Tra le onde di Internet…

Alcune volte mi perdo totalmente nella rete. Mi accade che mi collego per cercare qualcosa e finisco a visitare tutt’altro [ecco, non pensate male adesso, ok? 🙂]
La cosa sconcertante è che alla fine mi chiedo cosa mai stessi cercando, e per sicurezza mi infilo nella pagine di Repubblica.it, TGcom o altro per trovare conferma. Ovviamente leggo di morti, stragi, tangenti, tette al vento delle veline o l’ultimo gossip del tal dei tali e mi dico "Uhm, forse non stavo cercando proprio quello…"
E’ una cosa grave secondo voi? Secondo me, esistono solo due motivazioni: o l’argomento di ricerca non era poi così interssante, oppure sto rincoglionendo di brutto.
Insomma, l’altro giorno – suppongo – stavo cercando il trailer de "I Fantastici 4" (oramai l’avete capito che divento un cittino strullo appena escono questi film) e, non so come, alla fine sono capitato sul sito www.fenicefilm.com, una piccola casa cinematografica italiana autoprodotta.
Su quel sito ho scoperto un delizioso filmino, intitolato "Fiaba" e me lo sono gustato tutto d’un fiato. Insomma, seppur lontano anni luce dai budgets faraonici hollywoodiani, mi è parso un cortometraggio molto gradevole e ben fatto. Una fiaba per i più piccoli, ma che mi sono divertito a guardare fino all’ultimo fotogramma (ehm… è sempre il lui, Peter Pan che prende possesso del mio corpo 🙂), vincitrice di alcuni premi. Simpaticissima la piccola attrice, sia nella versione buona che cattiva.
Quindi ho avuto modo di scambiare due parole con il creatore di quetso minimondo, Fabio Cicolani, una persona gentile e disponibile, fra l’altro un neoscrittore con il pargolo appena concepito (Magie di Omnia, lo trovate fra i link). Un grosso in bocca al lupo!

14 Comments

  1. Grazie infinite del post! “Fiaba” ormai è un figlio adulto, è andato via di casa e vive la sua vita, felicemente, oserei dire.

    Chissà un giorno potessi lavorare all’adattamento cinematrografico di “Estasia”… (qualche idea già ce l’ho…)

  2. Anch’io mi perdo in rete, è sempre meglio che fare zapping con la tv…

    Riguardo a un commento che ho letto oggi in questa pagina, vorrei far notare che questo, anche se abbinato al sito di un libro, è pur sempre un blog personale, non costituisce testata giornalistica e non pretende di essere una rivista culturale, perciò chi lo ha aperto ha tutto il diritto di scriverci ciò che vuole, fosse anche la lista della spesa.

    [Cecco, se vuoi cancella pure il commento, ma mi sono un po’ arrabbiata…]

  3. X Cico/Fab: siete telepatici? 😀

    Bene, allora ti prendo in parola Cico? Puoi lavorarci se vuoi 😀

    X sGhì: grazie cara. Poi alla fine la rete è così grande e gratuita da lasciare completa libertà di scelta. Se una cosa non piace, basta andare altrove.

  4. Oddio, può essere.

    L’importante comunque è non essere “teleapatici”…

    (ogni tanto – credo – la gente si chiede per quale irresponsabile motivo mi abbiano insegnato a leggere e scrivere, visti i risultati di cui sopra…)

    URGH! 😀

    Fab


  5. Ciao tesoro!

    Si chiama curiosità, a me succede anche con l’enciclopedia, inizi cercando una cosa e finisci per ritrovarti da tutt’altra parte! Certo ormai l’enciclopedia cartacea la uso poco, è un po’ hantiha 🙂 ma il meccanismo è lo stesso!! Non credo ci sia nulla di cui preoccuparsi, non è grave e non sei pazzo, o forse…lo siamo tutte e due?! Mmmmmmmm

  6. ciao! grazie per il tuo commento… io nel frattempo ti seguivo in silenzio, visto il tuo romanzo fantasy…

    ciao!

    I.

  7. Beh, in Internet è praticamente impossibile non perdersi, per quanto uno cerchi di stare alla sua “ricerca”.

    Riguardo a “Fiaba” lo trovo molto carino anche io, e Fabio è davvero simpatico e in gamba.

    Ciao a tutti.

    Fabrizio

  8. ciao fraaaaancesco…passo per un salutino, mi son persa gli ultimi post..sigh e sob! cmq secondo me l’han fatto apposta i creatori del web..ti mettono tanti link invitanti su cui cade l’occhio e non puoi fare niente per non cliccaaaarlo..così rimani flashato per 3 ore davanti al pc..

  9. X Fabio: vero. Fiaba è molto carino, concordo.

    X Ilottola: e meno male che esistono i pop up blocker… altrimenti sarebbe ancora peggiore.

Lascia un Commento sull'articolo: