Bardica 2007: i finalisti

Ieri ho avuto il piacere di ricevere per mail i racconti dei finalisti al concorso Bardica 2007. Beh, diciamo che sui 100 arrivati, c’è stato un grosso screening da parte della prima giuria di valutazione. Vi dico la verità, sono rimasto molto sorpreso da ciò che ho letto.Ho data una sbirciatina veloce a lavoro, preso dalla curiosità, quindi li ho letti con più calma a casa.
Due racconti in particolare mi hanno colpito, tanto che sono molto indeciso su quale incoronare come migliore. Ovvio, il mio giudizio è solo una voce nel coro dei cinque della giuria finale, quindi ogni risultato può essere tranquillamente ribaltato.
Ma questi due racconti, sono veramente belli.

Rimango tuttavia perplesso sul tipo di fantasy che è pervenuto, o almeno quello dei finalisti. Ho notato un taglio volto soprattutto al surrealismo e al dark fantasy, spesso cadendo nel macabro e violento. Il che non è assolutamente un lato negativo, s’intende.
Nessun fantasy di stampo classico/tolkeniano, nulla di fantastico, niente di fiabesco. Tuttavia questo, a essere sinceri, ha reso un po’ monocorde la tipologia di racconti in finale.

Una precisazione doverosa. Ritengo il 500 Gocce un concorso difficilissimo. Riuscire a condensare una storia a effetto, creare un’ambientazione capace di trasmettere un’emozione e far respirare un frangente astruso da una storia, è un’impresa  dir poco titanica. Con tutta sincerità, io non credo di esserne in grado. Inoltre, non stiamo parlando di un volume di 500 cartelle, ma solo di 500 parole. Ergo lo stile deve essere pefetto e curato nei minimi dettagli, alla virgola.
Quindi, un plauso a tutti i partecipanti e ancor più alla rosa dei finalisti. Credo sia un ottimo risultato.

Bene, lascerò fermentare i voti per qualche giorno, quindi li prenderò in mano e li leggerò di nuovo per capire se l’impressione a caldo è rimasta ancora impressa nelle pagine.

Allora, siete curiosi di sapere i finalisti? Leggete allora l’articolo di Luca Azzolini: ARTICOLO

42 Comments

  1. “Ergo lo stile deve essere pefetto e curato nei minimi dettagli, alla virgola.”

    quindi nessuna speranza per gli esordienti non ferrati nelle regole della scrittura. poveri noi!

  2. x Naeel: a quanto mi ha riferito la prima giuria, hanno trovato racconti con errori grammaticali, verbi sballati e ripetizioni. Credo in 500 parole si possano evitare no?

  3. Mwahahahah e i miei saranno stati pieni di errori! Io ho partecipato per gioco, mi sono divertito le 3 orette in cui ho scritto i racconti e ancora un po’ mentre cercavo con l’aiuto di qualcuno 😀 di correggerli ;P per me che non sono affatto un aspirante scrittore, diciamo che l’idea e la sensazione del momento sono subordinate alla forma.. ora, io non so chi abbia partecipato al “contest” ma mi pare piu’ che normale che i racconti non siano perfetti, se fossero perfetti questa gente avrebbe già pubblicato libri di successo e non parteciperebbe nemmeno a manifestazioni del genere..o no?

    poi é anche vero che pur illustrissimi scrittori si perdono in errori e ripetizioni, descrizioni inutili e prolisse e quant’altro.. insomma io non vedo l’errore grammaticale, in un contesto come quello proposto, come uno dei fattori piu’ importanti da giudicare.. (ovviamente é opinione mia 🙂 mentre credo che il punto fondamentale da valutare sia l’idea.

    Nel senso, se io organizzassi da Illustratore professionista un concorso per aspiranti giovani volenterosi disegnatori, non potrei mettermi a giudicare le loro opere con i metri standard con cui giudico le opere di altri professionisti.

    Per quanto mi riguarda rimane la dimensione ludica del tutto, mi sono divertito e aspetto di leggere i racconti degli altri sul sito, mi pare che verranno tutti pubblicati online, ma non credo in forma cartacea(almeno non mi risulta di aver letto nulla in tal senso).

    Mi dispiace solo non poter essere presente il 30 per conoscervi e scambiare 4 chiacchiere.

  4. X Joy: Donc, altolà, I’ve written something different.

    La prima cosa che traspare quando leggo è senza dubbio la sensazione generale, il coinvolgimento, l’atmosfera che si percepisce (non per forza descritta).

    Quello che dicevo, è che in 500 parole non si può anche non valutare lo stile, che a mio avviso deve essere privo di errori grammaticali. Poi, se rimane una “d” eufonica, pace chissenefrega, ma un “da” al posto di “dà” a me salta agli occhi 😉

  5. per Joy

    come diceva la mia prof le idee, il modo di scrivere, le emozioni trasmesse valgono tantissimo, ma un errore grammaticale è e rimane un errore grammaticale che non va fatto e che toglie “punti” a qualsiasi scritto.

    (purtroppo)

  6. Dilh, il fatto è molto semplice. Avete la più pallida idea di quante siano 500 parole? Una paginetta o poco più.

    Ergo, una rilettura attenta per togliere errori grammaticali, refusi e strafalcioni mi pare d’obbligo no?

    C’è un meccanismo assurdo per togliere i refusi, per chi è puntiglioso: leggere la frase all’incontrario. In questo modo ti scindi dal testo, eviti l’interpolazione psichico logica. e’ un’ottima idea.

    Ovvio, io non l’ho mai fatto. Ci farò un pensierino quando inizierò a usufruire di sostanze stupefacenti artificiali.

  7. Si, si, sono assolutamente d’accordo con te! Quando scrivi di getto ok, ma cmq poi dovrai pur rileggere e controllare!!

    ps… io a volte l’ho fatto, hihihihihihi, ma giuro niente erba!!!

  8. Hai fatto la scrittrice in erba o la scrittrice con l’erba?

    No, tanto per capirsi. Nel secondo caso potrei essere interessato a un racconto a quattro mani 🙂

  9. 🙂 chiaro chiaro, dicevo solo che a mio avviso sono altre cose che contano nel giudicare un opera di un non professionista. non dico che non debbano essere valutati gli errori ma non posti in primo piano, certo se poi uno sa scrivere bellissime storie ed é anche un mostro che non sbaglia una virgola ben venga, ma io non ho mai conosciuto gente cosi’.

    certo se vi scrivono dei ragazzini con racconti del tipo: Cera Kuest OrKo no, che Kon un ascia grandissima apriva in 2 tutti i Kattivi xké lui era il piu’ Kattivo e era Tipo Inkaxxatissimo.. beh vi capisco se urlate al mondo il vostro dolore per un italiano che non esiste ormai piu’.

    ;P

    in tutti gli altri casi per me a farla da padrone rimarrebbe l’idea alla base.

    poi ognuno ha un suo metro di giudizio, ed é giusto che sia cosi’.

    Dihl capisco perfettamente ed é piu’ che giusto come ragionamento, peccato tanti prof si fermino all’errore non considerando gli altri aspetti. sei stata fortunata a trovarne una che ti ha detto che le idee sono importantissime! non é da tutti 😀

    detto questo, noi a fumetto nel corso di sceneggiatura non imparavamo tanto a scrivere nella forma corretta, quanto a sfornare idee o spunti in breve tempo, sicuramente il mio background influenza sia il mio modo di giudicare sia il mio modo di scrivere 😛

  10. ecco questa del rileggere al contrario mi é nuova 🙂 ma questi consigli darli prima? ;P tra l’altro ragionamento simile si fa per il disegno dove osservando il tutto al contrario si noteranno errori di costruzione di composizione e sproporzioni molto piu’ facilmente..

    mmmh cos’é sta cosa sul mettere i fiori nei propri cannini? ehm volevo dire..pennini.. fra mica sarai uno di quelli che apre i mondi della sua fantasia con sostanze di dubbia provenienza vero? 😀 😀 :O ;P

  11. QUALCUNO FERMI JOY!

    senti, io sono a letto e non sto troppo bene potresti evitare di scrivere papiri su papiri… sta diventando troppo impegnativo leggerti.

  12. Naeel non preoccuparti di leggere quello che scrivo, leggi le risposte che mi danno, con il tuo intuito ricostruirai il resto nella tua mente, altro che La signora in Giallo…

  13. ti sei circondato di gente strana francesco.

    valbe, bravo, così si fa ne conosco tanti come te. io invece di vizi non me ne faccio mancare nessuno.

  14. Mmmmh secondo me hanno passato la fase del semplice Spinellamento da un po’, nemmeno l’erba pipa di Gandalf produce stati di coscienza alterati del genere: “wuooooooooooooooooooooooooooouuuuuuuuuuuuuuuuw zolo sè ha pranso maciamo patadine vritte!!” ahahahah 😀 ma dilhani tutto ok? conosco qualcuno che pagherebbe oro per una botta del genere, se caso passami in Pvt il recapito del pusher.. ;P

  15. joy mi spiace i miei prodotti son fatti in casa e in casa rimangono, direttamente da cervello a cervello, insomma prodotto del cervello che da alla testa uhhhhhmmm ooooooooooohm

    come vedi non ho vizi!!!!!!!!!!!

  16. Si Dilhani, avevo un amico che produceva in enormi quantità questa sostanza, aveva problemi con i livelli di dopamina o serotonina… non ricordo…

    Ehm.. scherzo ovviamente..

    Fra mi sa che fai bene ad avere paura, io avrei un sacrosanto terrore al posto tuo..i tuoi giovani fan cresceranno mentalmente traviati a contatto con noi.. associazioni tipo “Mamme felici contro un Mondo di Volgarità” ti attaccheranno senza sosta, fino a che tra i tormenti dovrai confessare (ovviamente a Buona Domenica davanti a Maria de Filippi): Si l’intento del mio blog era traviare quelle giovani menti, come fa harry potter, come fanno i simpson.. Estasia era solo un pretesto fer portarli sul blog e rovinarli, convertirli alla droga e al Comunismo.

    Francesco liberati di noi il prima possibile..

  17. salutino serale, oggi non so come è arrivato il tramonto, non ho combinato niente ma sono a pezzi.

    Per essere in clima dark splatter, aggiungerò un LETTERALMENTE, così potrete immaginarmi in una vasca inondata di sangue, coi vari arti strappati e abbandonati in giro per la stanza. Se non vi basta, aggiungo pure un “acci, non so più dove ho la testa oggi”. Traetene le conclusioni del caso.

    Ma che sto dicendo????

  18. 500 parole… Sì, penso anche io che non siano una passeggiata

    …E comunque Virgola si sta scavando una grossa nicchia di successo su questo blog!

    Firza Virgola!

    Fab


  19. Complimenti ai finalisti 🙂

    La difficoltà in questo concorso credo che sia stata proprio quella di condensare tutto in 500 parole,però è stato bello,eccitante.

    I non finalisti possono pubblicare il proprio racconto sul blog?

Lascia un Commento sull'articolo: