In the Net

Anche oggi volevo parlarvi del tema “morti in Estasia”, ma a quanto pare dovrà attendere ancora un po’. Ho scoperto infatti che Estasia è caduto nella rete, e che è possibile scaricare illegalmente il romanzo. A darne notizia è ovviamente il sito dei crostacei, precisando che farne una recensione sarebbe stata una perdita di tempo. Benissimo, vi giuro che stanotte dormirò tranquillo, mi resta solo il dubbio di una conversione del Capitan Crostaceo, dato che QUI  e QUI  la sua opinione mi pareva diversa (prima dello “sguardo” con la sorella). Ergo, trattasi di gamberi OGM con sguardo alla Medusa?

Ma non perdiamo ulteriore tempo su queste quisquiglie, non ne vale davvero la pena.  Vorrei invece discutere del download e di ebook. Allora, evitiamo le frasi di rito del tipo “scaricare materiale pirata è illegale” perché non esiste persona sulla rete che non abbia scaricato in vita sua almeno un mp3, un filmato youtube ecc… Tempo fa provai a scaricare anche i film, ma ho desistito dopo pochi tentativi visto che la qualità era pessima e, fra l’altro, perdevo il mio amato effetto dolby. Mi sto trovando benissimo con iTunes dove, per meno di 10 euro, posso fare il download legale di un intero album o creare le mie compilation preferite.
Circoscriviamo la discussione al tema e-book. Donc, avevo già in passato affrontato il problema quando una persona mi chiese se esisteva la versione digitale di Estasia, dove avrebbe potuto aumentare il contrasto per vedere i caratteri del libro. Aveva problema di vista e non avrebbe mai potuto leggere il romanzo versione cartacea.
In questi casi purtroppo non c’è possibilità di scelta, e la tecnologia per fortuna riesce a risolvere il problema. Per quanto mi riguarda, non credo che comprerò mai un e-book reader. Non per i costi, né tanto meno per la qualità, visto che gli ultimi modelli sono stati concepiti per non affaticare la vista e dare la sensazione (finta) di leggere veramente una pagina di carta.
Il discorso è un po’ più complicato, perché per me il libro è un oggetto sacro. Non ha solo la funzione estetica di abbellire la libreria della mia sala, è un pezzo della mia vita. Spesso sfoglio i libri che ho letto da piccolo, assaporo il profumo della carta, mi perdo nei dettagli inconfondibili delle edizioni anni 80. I ricordi affiorano alla memoria, mi riportano indietro negli anni, rivivo quei momenti con nostalgia e gioia. Non credo che una memoria SD mi darebbe la stessa sensazione fra qualche anno ma resterebbe solo un  freddo file composto da byte. La tecnologia va avanti, d’accordo, ma alcune cose per me non potranno mai cambiare e un libro troverà sempre posto sul mio comodino.

59 Comments

  1. @val: dovrebbe essere onorata per questo interesse di mad dog nei suoi confronti

    @naeel: ma Mad avrebbe portato un bel pasticcio di carne… (umana)!

    X-Bye

  2. Naella, niente tortellini quindi?uff peccato!

    mhhhh…Roma è un pò fuori mano al momento…mi accontenterò di farti gli auguri qui a casa tua! ^_^

  3. fab: non dirmi che il nostro giovane vecchietto si è rovesciato la birra sui vestiti. anzi, dimmelo che mi sbellico dalle risate

    ahahhahahahaha

    fra: ti tremano le mani a 22 anni? uuuhhhh stai messo proprio male eh!

  4. Buon compleanno a me e a te, Francesco!!!^^

    (salutami Licia, please!)

    Pamela Miss Black

Lascia un Commento sull'articolo: