A Virgola Life: Lost in the Morning

Allora, mettiamo le cose in chiaro e diciamolo con parole schiette: sono la persona più abitudinaria di questo mondo, amo ripetere i rituali propiziatori e seguire al millesimo i planning giornalieri.

La sveglia suona alle 7.50, con due suonerie sincronizzate alla distanza di un minuto. Breve capatina al bagno per una breve minzione, dopo di che mi fiondo in cucina per la colazione. Cinque minuti, non di più. Massimo due minuti per scaricare le email e segnare la posta da leggere in tarda mattinata. Altra capatina al bagno, ergo ristrutturazione facciale composta da sballottolamento occhi e demolizione cispe, punizione delle gengive e allontanamento sintomi di alitosi notturna, rimozione estranei nelle cavità delle orecchie, guerra contro la barba incolta e inutile. Un risciacquo generale, vestizione preconfezionata la sera precedente, creazione impalcatura sopra la testa, con pendenze variabili a seconda dell’umore. In sella alla moto, 20 minuti massimo per arrivare a lavoro, comprensive di eventuali insulti e gorgheggi ai teppisti per strada.

Ah, ecco la mia vita, le mie care abitudini! Io vi amooooooo…..

Ssssssssss…. Rewind: Avvento Virgola. In the morning…

La sveglia suona alle 7.30, con due suonerie sincronizzate alla distanza di un minuto. Breve capatina al bagno per una breve minzione, accompagnato da un essere recalcitrante con un calzino in bocca. Provo a farle capire di lasciarmi un attimo di intimità, ma lei non ne vuole sapere.

“Mi lasci fuori? Maleducato! E comunque buongiorno, hai le labbra incollate?”

Mi fiondo in cucina per la colazione. Cinque minuti, non di più, ma mentre sto per addentare il grazioso e anonimo biscotto, mi arriva una randellata alla caviglia e uno sguardo severo.

“Cafone. Ti ingozzi certo, e io quaggiù che faccio, gioco a Ramino? Ho fame!”

 Ecco il pc, lo apro, giusto quei due minuti per scaricare le email e segnare la posta da leggere in tarda mattinata. Nel frattempo, sento qualcosa di appiccicoso sul piede. Un lingua demolitrice mi sta ciucciando l’alluce.

“Mi sto annoiando, mi cachi un pochino per favore? Comunque hai un alluce osceno, fattelo dire.”

Altra capatina al bagno, ergo ristrutturazione facciale composta da sballottolamento occhi e demolizione cispe, punizione delle gengive e allontanamento sintomi di alitosi notturna, rimozione estranei nelle cavità delle orecchie, guerra contro la barba incolta e inutile. Un colpo forte alla caviglia, la ciabatta si è dispersa nel corridoio.

“Ehi, cavernicolo, cucù! Ti sei accorto che ci sono anch’io? Ho fame, ho fame, ho fame! Se non mi dai da mangiare ingoio questa ciabatta puzzolente, scegli tu. Gli occhi dolci alla Shrek non funzionano, nerboruto, e io passo alle maniere forti.”

Un risciacquo generale in metà tempo, vestizione preconfezionata la sera precedente infilata alla batman, creazione impalcatura sopra la testa, come viene viene, ‘sti cazzi. Prendo la ciotola di Virgola, questa incomincia a muovere la coda con un tale intensità da avere singulti sparsi per tutto il corpo. Non ho scelta: o mi sbrigo o chiamo l’esorcista.

“Era l’ora, ritardato. Muoviti, rovescia tutto! Ehi, ma che fai? Che è, periodo di carestia??”

Mangia come un’indemoniata in 10 secondi netti. Mi getto sopra di lei alla velocità della luce e le infilo il collare. Giù per le scale, prima che la minzione invada la sala. Girella per il prato, indecisa sul punto più adatto dove regalare quei beni preziosi all’umanità. Gira e rigira, alla ricerca del suo nirvana, poi si acquatta.

“Ahh…. che liberazione. Aspetta, ho anche qualcosa di più sostanzioso.”

Il tempo stringe, una carezza, due o tre complimenti, quindi di filato in casa.

«Ehi Virgola, guarda laggiù, laggiù, la pallina maremma sudicia, prendilaaaaa!»

Lei si getta con un rantolo degno delle viscere dell’inferno. Poi, una porta che sbatte.

“Cavolo, mi hai fregato anche stamani. Ok, azione distruttiva in terrazza, se ne riparla stasera, brutto cavernicolo."

32 Comments

  1. Ufs ma tu te la sei cercata!! mentre lei, povera piccolina, si è ritrovata senza volerlo il cavernicolo cafone di cui parla!!

    Apriamo il NUOVO COMITATO LIBERIAMO CRI&CRI&VIRGOLA dalle fauci del cavernicolo!!!

  2. Tifo per il cavernicolo.

    Ma alla fine l’hai trovato il flashista?

    Forse posso aiutarti io o qualche mio compagno di corso.

    Se mi spieghi cosa avevi in mente, magari via mail, posso dirti se me la cavo o no.

    Saludos

    Fab


  3. Difendere da cosa? Da te stesso? Oh, beh non hai tutti i torti, ma è assai più complicato, e poi non sono sicura che tu voglia essere difeso da te stesso, mentre i tuoi piccoli conquilini lo gridano a gran voce!!

    Tu li fai morire di fame!!

    Ah, Fabio, Fabio, perchè mai tifare un cavernicolo che fa morir di fame la piccola Virgola, tanto da farle pensare a una carestia? (Virgola, ribellati, non ‘cè nessuna carestia!!)

    Sei un cavernicolo anche tu??

  4. X Fab: dunque, il livello che mi piacerebbe sfiorare è questo: Pan’s Labyrinth PEr chi conosce Flash mi ha detto che non sono cose impossibili, basta avere tutta la grafica ad hoc. In realtà devo ancora trovare il tempo per fare un cartaceo del sito. Maledetto tempo. Ci proverò questo week end.

    X Dilh: Hai mai avuto un cane? Mangerebbero fino a scoppiare, e mi è stato assolutamente vietato di esagerare con le dosi. 😀

  5. la presente per lamentarmi del fatto che avevo lasciato un commentino caustico, che però splinder non ha preso, circa le varie naeel che in teoria francesco vorrebbe far morire. ma… non per spoilerare… una non era già… mmmhhh ok. quanto all’altra: lascia perdere. E NON PRENDERTELA CON I CUCCIOLI!!! ma che hai avuto un’infanzia infelice? hihihi baci baci

  6. Io e Virgola abbiamo un sacco bisogno di affetto, ci guardiamo ci parliamo con suoni gutturali.

    Comunque la cosa vi sarà più chiara nella prossima puntata della Trilogia: Virgola: Lost in the afternoon

  7. Purtroppo non ho mai avuto un cane tutto mio, ma li conosco abbastanza bene (tra quelli del mio ragazzo e quelli dei miei zii e dei pastori in montagna) e so benissimo che i cani mangiano senza ritegno e se tu li fai mangiare senza ritegno, si sentono male, ma qui mi sembra di capire che sei tu quello che mangia senza ritegno e che si pappa pure il cibo di Virgola!!! 😉

  8. x Dilh: dai su, non è vero! Poi costa troppo il cibo per Virgola, non me lo posso permettere 🙂

    X And: hahaah è stupenda, vero 🙂

  9. ahahah è lo stesso che accade con il mio cane,soprattutto il fatto di tirare la pallina in modo che non ti segua quando esci! 😀

  10. eheh Kichan, sembrerò spastico ma ho scaricato da internet un manuale su come educare i cani. Ho scoperto un sacco di luoghi comuni sbagliati, come quello di “sdrusciare” il muso sulla pipì.

  11. Eccola là, lo sapevo io che eri un tirchione e ti rubavi la pappa di Virgola, almeno è buona?

    😉

    @Virgola, quando passo di là, vengo e ti porto via!!

    Ti porto dai miei cagnolini adottivi, Morfeo e Leo!!! RESISTI!!

  12. Sono tornato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Non ho capito bene, hai un cane?

  13. X Dilh: dal profumo non direi. Preferisco le pappardelle al cinghiale 🙂

    X Valbe: le mazzette non si passano in pubblico, ma sottobanco. Mi domando Valbe, dove vivi? 😀

    X Jack: ah ecco… sei sparito per un mese! Sì, c’è Virgola a rosicchiare ulteriormente il mio tempo. Ma stavolta lo lascio rosicchiare con piacere 🙂

  14. Ma nooo, tu dovevi rimproverarmi pubblicamente rinfacciandomi la mia indole da mercenario.

    Successivamente io facevo mostra di pentirmi e ti appoggiavo “disinteressatamente”. Naturalmente sarebbe passato prima un mio incaricato a cui avresti dato il denaro. 🙁

    Ufff, non sei pratico di corruzione 🙂

  15. Ho finito quel gioco “help follestasio find the clover” e ho provato ad andare sul sito. Ma per farlo servono delle foto piccine, io ci metto una foto e lui mi prende solo il naso. Come faccio?

    Comunque un giorno mi metto li’ e mi leggo tutti i post

  16. “Virgola Virgola con le orecchie a sventola

    Era il cane di un bambino di città

    Mangiava sedano, fegato, riso con le vongole

    ed era abituato come un vero marajà”

    Lo so.. sono un cretino.. ma appena ho letto Virgola mi é tornata alla mente questa vecchia canzone di Bruno Lauzi.. ;P

    Forza Virgola!!!

  17. X Faus: alzerò lo stendardo, combatterò per mantenere il predominio del feudo!!

    X Mod: Coccole? Quella creatura è uan sanguisuga di coccole. Più le ingurgita, più le vuole.

    X Joy: ahahah non la conoscevo, stupenda!!

Lascia un Commento sull'articolo: