Tv Series

Prima di entrare in topic, due cosucce:

– Questa è la recensione di Roghi su EvidenzaLibri, mentre qui trovate quella di Universi Incantati.

Allora, in merito alle critiche, quella più frequente riguarda il numero di refusi presente nel libro. Non voglio nascondermi dietro un dito né addossare tutta la colpa all’editor o al correttore di bozze, era mio compito fornire un testo più pulito. Purtroppo la correzione dei refusi non è in seconda stesura (dove penso a errori strutturali ben più importanti), ma nella rilettura finale prima della stampa. Stavolta ho fatto cilecca, c’è poco da dire. Non è un dramma, elimineremo tutti i refusi nella seconda ristampa. Ma ovviamente mi spiace.

 

– Durante i miei simpatici 22km per arrivare a lavoro, come sapete attraverso metà Roma. Simpatica oggi una scenetta al semaforo. Il tipico furbo romano scavalca la fila e si accoda accanto al tipico stressato romano. Il tipico stressato romano esce di macchina, lasciandola in mezzo alla strada, mentre il scatta il verde. Il tipico stressato romano ha gli occhi fuori dalle orbite, urla e sbraita. Anzi, è pronto a sbranare il tipico furbo romano, che incassa la testa nelle spalle e alza le braccia come se volesse dire: ‘esagerato, che avrò mai fatto!’. Nel frattempo, un tripudio di clacson. Come andrà a finire la storia tra il tipico furbo romano e il tipico stressato romano?

 

– Eccoci al topic del giorno, le TV series. Sotto la mia lista di preferenze durante questi ultimi mesi (quindi escludo True Blood, Supernatural, Fringe e altri che attendo con impazienza):

1. Dexter (quinta serie). Stupendo. Meraviglioso. Dexter e la sorella sono due personaggi fantastici, davvero ben riusciti e interpretati. La quinta stagione regge, la sceneggiatura è molto buona.

2. Vampire Diaries (seconda serie). Davvero ben  fatta. Proprio ieri sera ho visto che stanno dando in TV le puntate della prima serie. Bene, gli sceneggiatori hanno virato decisamente rispetto a quegli episodi, a mio avviso deboli e poco convincenti. Per fortuna si sono del tutto staccati dal (terribile) libro della Smith, inventandosi una trama del tutto originale. Funziona, i personaggi sono convincenti, i vampiri non cadono nel melenso. Consigliatissimo

3. Walking Dead (prima serie). Solo sei puntate, che mi hanno convinto. Buona la recitazione, qualche buco di trama (Rick, dopo il coma non ti sei chiesto come mai tutte queste personcine morte ti camminano attorno?). Sfiora lo splatter senza esagerare, con qualche punta di tensione. Mi piace, attendo la seconda serie

4. Glee (seconda serie). Irriverente e comico, per passare 45 minuti di relax tra una canzone e l’altra. Un TV series adolescenziale ma che risulta piacevole anche per gli adulti. Sue Sylvester è una bomba a orologeria, ruba la scena e le sue battute sono memorabili.

5 V.Visitors (prima serie): l’ho guardata in memoria dei fantastici Visitors anni ’70. Piacevole, ottimo il personaggio di Anna. Bella, brava e  affascinante. Non muoio dalla voglia però di continuare a vederlo.

 

3 Comments

  1. Pingback: Tweets that mention Tv Series | Il Sito Ufficiale di Francesco Falconi -- Topsy.com

Lascia un Commento sull'articolo: