Gothica – L’Angelo della Morte

Stavolta gioco di anticipo, prima che la notizia circoli in rete e appaia l'anteprima del libro.

Il romanzo per Verdenero / Edizioni Ambiente che uscirà per la fiera del libro di Torino si intitolerà Gothica – L'Angelo della Morte. Come vi dicevo, un libro con sfumature fantastiche, new gothic e biopunk, che considero semplicemente uno slipstream.

Gli argomenti trattati saranno diversi, dagli OGM alla clonazione e all'eugenetica (con il riferimento al sottotitolo, Mengele e il nazismo). Anche se una gran parte del romanzo sarà dedicato al binomio Chiesa – Scienza, con protagonista per l'appunto un prete e una scienziata di genetica. Ne riparleremo più in là, visto che il post precedente ha alzato un polverone. C'è ancora molto tempo.

Nel frattempo vi annuncio che il 19 e il 20 febbraio presenterò Estasia in Sicilia, primo evento che organizzo nel sud Italia.

La location dovrebbe essere Modica. Vi farò sapere appena ho tutti i dettagli.

21 Comments

  1. mi è appena arrivato E3……. ben 15 giorni d’attesa!!!!

    trema falchetto stanno per piovere dardi avvelenati 😉

  2. Beh, ci hai provato per lo meno 😉
    E poi la discussione precedente non ha alzato un polverone, è stata viva, anche se un pò infuocata 😛

  3. @Anonimo
    Che strano, stavo solo leggendo e mi ha loggato (forse perché ero anche su Fb O_o) Comunque sono qua e tanto vale che scriva 😛
    Ho finito or ora di leggere il tuo Gothica e presto farò la recensione (devo anticipare qualcosa? Okay, 5 stelle!); passavo di qua perché ero in cerca d’informazioni, appunto, per sapere se c’era un seguito, ma leggendo mi son già risposta…
    La cosa che mi ha incuriosita nel tuo post è stata la definizione “slipstream”, non l’avevo mai sentita; mi son documentata su wikipedia ed ho finalmente scoperto che anch’io, inconsapevolmente, ho scritto un qualcosa di questo genere! Fino a 5 minuti fa lo chiamavo “minestrone”! XD
    Ciao e a presto!

  4. Ciao Valentina, sono felice che Gothica ti sia piaciuto! Sì, esatto, lo slipstream è proprio il minestrone… Ma questo è il bello di una storia, la sua spontaneità, a prescindere dal suo genere 😉

Lascia un Commento sull'articolo: