Sei una mito

Affinità ossessive con gli oggetti. Non è scaramanzia, sia ben chiaro. Non indosso gli stessi abiti se nel giorno X per l’evento Y mi portò fortuna. Una sorta di amore ossessivo per gli oggetti pregni di ricordi. Pezzi della mia vita. Vi parlai tempo fa dei libri, ma a volte anche per oggetti più stupidi che finiscono in qualche angolo remoto dei miei cassetti e non riesco a mai a buttarli via. Come il quadernone di Estasia, se vogliamo. Beh, in quel caso feci bene a non buttarlo. Ci sono oggetti più stupidi. Persino penne o post it. Li guardo più volte, mi dico che è giunta l’ora di disfarmene. Che prendono solo polvere e occupano spazio inutile. Poi mi ricordano un momento della mia vita, e rimando.

Ovviamente, fa parte di queste affinità ossessive anche l’automobile. Come non potrebbe. Ho ricevuto la Stilo come regalo per la mia laurea nel 2002. Un bel regalo, non c’è che dire, ma mia nonna stava risparmiando da prima che prendessi il diploma allo Scientifico. Ho tenuto la Stilo per 7 anni. Non sono un appassionato di macchine, vi avverto. Conosco persone che la cambiano ogni sei mesi, conosco addirittura persone che ricorrono all’autonoleggio per affittare auto che non possono permettersi solo per apparire quello che non sono. C’è anche da dire che il traffico di Roma mi ha tolto il gusto di guidare. Prima, seconda, prima, mezz’ora per 200 metri… beh non è che sia molto piacevole.

Comunque, non è stato facile distaccarmi dalla Stilo. Troppi ricordi. Troppi viaggi. Situazioni piacevoli, altre veramente drammatiche. Impossibile raccontarle tutte.

Ma era giunto il momento di cambiare auto. Soprattutto per necessità, prima che il costo di manutenzione diventasse troppo ingente. Così ho scelto un’alfa romeo, che puntavo da qualche mese.

Una Mito. La guardo ancora di sottecchi. E’ come se sentissi la gelosia della Stilo. Come se quattro pezzi di lamiera potessero provare dei sentimenti.

Ma sì, è solo un’affinità ossessiva, alla fine.

Tornando ad argomenti meno simpatici, in riferimento all’articolo che ho scritto qualche giorno fa, continua la guerra fredda tra Cina, Usa e Google. Sono i grandi problemi del nostro mondo, si sa. Che tristezza.

8 Comments

  1. auguri per la nuova voiture!
    quando mi porti a fare un giro?
    200 km per arrivare qui sono il giusto rodaggio, no?

  2. Mi hanno detto che il rodaggio è una “roba hantihaaa” e che non si fa più.
    Sarà per la prossima volta quando, in una particolare congiunzione astrale, ci troveremo nello stesso luogo. La pensione è lunga, no? 🙂

  3. congiunzione astrale?
    tesoro mio, i Maja avevano visto bene, noi c’incontreremo nel 2012.
    eh già! sarà tutta colpa nostra. 😀

  4. Non dimenticherò mai la stanchezza, il fango, la puzza delle acque albulee e te che gentilmente (GRRR..) ti sei offerto di accompagnarci tutti a casa facendo il giro del raccordo!! INDIMENTICABILE

Lascia un Commento sull'articolo: