Passerotti 1 – Falconi 0

Prima di passare (ehm… iniziano tutti così queste parole?) al tema PASSerotti contro FALCOni, alcune doverose segnalazioni dei blog amici. Iniziamo con ImpBianco con la sua simpatica recensione di Estasia. Da notare la parte finale, con il suo pezzo personalissimo intitolato "Disperio Disperato". Si passa quindi al blog di un certo uomo del nord, formally know as Valberici, e la sua recensione molto particolare. Come vedete, la povera Mirty finisce sempre di mezzo (ops!).

Anyway, veniamo alla grande sconfitta (non elettorale) del sottoscritto. Contro ogni legge darwiniana, il passerotto batte il falcone. Nulla da fare, mi sono arreso venerdì mattina prima di partire per grosseto. Mi alzo dal letto, una bella colazione prima di fare le valigie e fiondarmi in macchina. Ah, siccome il sole ha deciso di illuminare questa sottospecie semiestinta dal nome primavera, cosa c’è di più bello che sorseggiare del buon caffè in terrazza? Andiamo al sodo, esco fuori e trovo il divano completamente sporco di foglie, ramoscelli, pezzi di plastica. Hum, un vento improvviso notturno? L’inconscio spinge i miei occhi verso l’alto. Il maledetto demone è tornato. Ha deciso che  quaranta ettari di parco sono meno chic di venti centimetri incastrati tra il grigliato e il soffitto della terrazza. Ha ricostruito metà nido, mi ha fregato un’altra volta. Un passerotto testardo, non c’è che dire. Anzi, proprio stronzo. Calma e sangue freddo. I neuroni poco a poco si svegliano e iniziano a dialogare tra di loro. Litigano, urlano e si prendono a borsettate. Al termine della lotta epica che si svolge nel mio cervello, considero le varie ipotesi e le dirette conseguenze:

1) prendo una clava e distruggo quello stramaledetto nido.
    -> Consequence:
a) Non hai una clava, innanzitutto. Abbassa la cresta ché non sei Fred dei FlintStone.

b) tornato alla più moderna scopa, vuoi distruggere la terrazza? Stai bevendo grappa al sapore di caffè? Buongiorno caro.
c) ammesso che tu – gentilmente – riesca a eliminare quel nido, ricordati che te ne stai andando per tre giorni. Al tuo ritorno il passerotto sarà incazzato nero e avrà costruito un attico e superattico.

 
2) Sposto il nido in un punto del terrazzo più consono.

  -> Consequence:
a) Consono? Ma come parli?
b) ammesso esista un punto "consono" della terrazza, hai qualche suggerimento che non sia una cavolata colossale?
c) ammesso che tu abbia pure questo santissimo suggerimento – e ne dubito – hai mai pensato che i passerotti non sono telecomandati e fanno il nido dove cavolo gli pare?

3) Lo uccido

  -> Consequence:
a) Passiamo alle maniere violente?
b) Ti è toccato un cane demone, pensi che quel passerotto sia normale?
c) ammesso che il passerotto non sia frutto di una mutazione genetica, come lo uccidi? Tirandogli le noccioline? Senti, perché non torni a letto che hai già superato la quantità giornaliera di stronzate consentita dalla legge?

4) cerco di evitare che sporchi il mio divano

-> Consequence:
a) Piantala, è un divano di Ikea e l’hai messo in terrazza perché ti faceva schifo. Vale due lire e non te ne frega un tubo. Quanto ti complichi la vita a volte.
b) Prova a fare un salto a Panorama, magari trovi gli assorbenti per… ehm, un pannolino per il passerotto.
c) senti, mi sono rotto di stare ad ascoltare le tue turbe mentali, il neurone torna a letto. Gli altri sono in letargo da anni. Sei solo. Cavoli tuoi.

Valutando con molta attenzione i pro e i contro della precedente analisi e sviscerando con seria convinzione ogni possibilità, ho chiesto supporto a Mario e Fabio. Pare che la soluzione sia stata un pezzo di plastica sotto il nido, per evitare che ‘sto cavolo di passerotto sparga a giro i suoi resti organici e non.
Spero di aver fatto la cosa giusta. Vabbé mi consulterò di nuovo con i miei neuroni la settimana prossima.
Passo e chiudo.


         

26 Comments

  1. Fra… ma non sei preoccupato per quello che ha detto Drago Nero??? 😛

    La Quadruplice Alleanza del Male è ormai un dato di fatto!

    X-BYe

  2. @fra:… sai quei quattro dicono che faranno una capitina durante la presentazione a Monterotondo 😛 comunque Mad Dog mi dice che lui, il passerotto se lo mangerebbe! ^^

    X-Bye

  3. Ma scusa, vedila in ques’altro modo: casa tua è tanto accogliente, il tuo terrazzo tanto comodo e non esposto agli spifferi, che è la dimora ideale per i passerotti che vogliono mettere su famiglia! Non è romanticisssssssssssimo????

    Suvvia, prima di smadonnare, aspetta che l’uccelletta faccia i pupi e il terrazzo risuoni del pigolare di gole affamate, poi ne riparliamo davvero… 😛

    -mirtilla

  4. ehehe direi che Mario e Fabio sono bravi a trovare soluzioni efficienti! ..poveri uccellini!

    Ps: oggi inizio Estasia2 😉

  5. La proprietaria del negozio in cui lavoro ha combattuto per mesi contro i piccioni che avevano deciso di fare il nido nel suo balcone, le ha provate tutte e alla fine si è dovuta arrendere…guarda il lato positivo, il passerotto è decisamente più bello del piccione!

  6. Ciao Francesco! Non so se ti ricordi ancora di me… sono Bianca. Ci siamo conosciuti alla festa del libro nella scuola media di Castel Verde… per motivi di studi non sono più passata nel blog e non ho potuto finire di leggere Estasia – Danny Martine e la Corona Incantata… l’ho ripreso da capo circa 1 settimana fa… ieri l’ho terminato e questa mattina ho comprato il 2°! Certo non ci sarà la tua firma… ma oramai sono diventata una Estasiana a tutti gli effetti! Cmplimenti comunque!

    E’ molto bello! Mi ha catturato completamente! L’ho letto in pochissimo tempo… come dico sempre: L’HO DIVORATO!

    Adesso sto cominciando il 2°… spero sia bello come il 1°!

    Adesso ti saluto!

    Ciao ciao la nuova Estasiana!

  7. Certo Bianca che mi ricordo di te!

    Beh, sono sicuro che ci sarà modo per autografare il libro, stiamo organizzando qualcosa nei prossimi mesi qua a Ponte di Nona, visto che non arriverà l’estate romana 😉

    ciao a presto,

    Fra

  8. se tu OSI far del male ai passerotti, GIURO che mi precipito in casa tua e ti prendo a BASTONATE e ti torturerò così tanto che VIRGOLA sembrerà un tenero agnellino, confronto a me!!!

    spero di essere stata abbastanza chiara!

    ecco, fatto il dovere, ti auguro una buona serata!

  9. Ehhh…capisco che questi problemi con l’uccello, che tendono a ripetersi, ti stressino particolarmente.

    Tuttavia ti sconsiglio di colpirlo ripetutamente con una clava, mi pare un’azione troppo drastica e definitiva.

    Magari oltre che agli amici chiedi anche consiglio alle amiche.

    Non bisogna mica vergognarsi di avere siffatti problemi 😀

  10. Sono contenta che ti ricordi ancora di me…

    Spero di poter esserci a Ponte di Nona… così li avro’ autografati tutti e due!

    Lo scriverai qui sul blog? In modo che la vengo a leggere la data precisa e cercherò di non mancare!

    Mi sta piacendo molto anche il 2°!

    ;P Ciao ciao Bianca

  11. Oh Thirrin, sono io la vittima!! 🙂

    X Valbe: che ne pensi dell’insetticida? Ho quello per gli scarafaggi e quello per le piante. Non so quale sia più efficace con l’uccello.

    Certo Bianca, cmq se vuoi puoi iscriverti alla newsletter (sezione MAIL del sito) per rimanere aggiornata.

  12. Ummm….potrebbe funzionare…però poi inquini le uova e non puoi pappartele.

    Sul mio blog ho pubblicato la foto di uno degli ovetti che dovrebbe fare il tuo passero solitario. Domani lo trasformerò in frittata 😀

  13. vittima? no, sarà troppo poco definirti vittima, nel momento in cui finirai tra le mie mani e il mio bastone

    ù_ù

    p.s. ti ho nominato… portami rispetto e fallo! per maggiori info, contattare la locanda dello scrittore…

    😛

  14. hi,hi.^^ due anni fa delle rondini nidificarono sotto la pagodina-tenda della finestra dei miei genitori. siccome se ne accorsero quando avevano già depposto le uova,non ebbero la cattiveria di abbatergli il nido e per tutta l’estate non poterono sollevare la pagodina e si svegliavano all’alba per via del cinguettio. possono essere davvero fastidiose,quelle bestiole.

    tania_01

  15. Ma no dai!!! I passerottini son così bellini, ti posson fare compagnia!

    E poi se tanto quel divano non ti piace… eliminalo e tieniti i tuoi nuovi amici pennuti! ;-P

  16. Pingback: Il falco e il passerotto | Il Sito Ufficiale di Francesco Falconi

Lascia un Commento sull'articolo: