Frammenti di vita

Un tempo credevo nella teoria dell’alternanza. Un tempo ero convinto che se i governi si fossero alternati, destra e sinistra e viceversa, l’assuefazione alla poltrona sarebbe venuta meno. Un modo per rimboccarsi le maniche e lavorare. Migliorare l’Italia.
Pazzo, folle, illuso.
Una testata contro la realtà. La realtà è ben diversa. Il lavoro è sempre più precario, le tasse schiacciano le aziende, i contratti a progetto si espandono a macchia d’olio. E se scende lo spirito santo per farti firmare il pezzetto per il tempo indeterminato, ti trovi con uno stipendio che a mala pena ti fa arrivare al 28 del mese.
Non ce la fai. Non ce la fai a pagare le bollette, le tasse. A fare la spesa. Non ce la fai a  vivere.
Oggi leggevo questo articolo su la Repubblica. Un racconto toccante, una storia vera.
Ma non c’è bisogno di leggere un giornale o vedere un TG. Basta guardarsi attorno, ascoltare i propri amici. Alcuni sono costretti a fare doppi lavori per continuare a tirare avanti. Quando ti chiedono 700 euro d’affitto e ne guadagni 1000, come vivi? Non vivi.

E cosa succede? Il bene primario, la casa, costa una fortuna. Nessuno si muove, e le banche tirano fuori i mutui quarantennali. Vi rendete conto? Quarant’anni. Considerando che l’età media di "indipendenza dalla famiglia" si aggiorna oramai sui 32 anni, in pratica paghi un mutuo fino a 72 anni. E poi muori.
Bella vita.
Certo, questo vale per noi esseri umani di poco conto. Noi popolo del cazzo. Chi prende 7.000 euro al mese non ha di questi problemi. Ha una villa, la macchina blu, la barca.
E noi che facciamo? Tifo da stadio pro-Prodi o pro-Berlusconi. La verità è che siamo sempre più poveri, che l’Italia si sta trasformando in un parassita pronto a succhiare energia dagli stati limitrofi. Incapace di produrre autonomamente, di fare girare l’economia. Comunque giri la bandiera.
Che tristezza.

21 Comments

  1. Mi trovi d’accordo su tutto, quando ci penso mi prende tristezza, tristezza e rabbia. Hanno preso da tempo la strada dell’autodistruzione e per tenersi stretti i loro stipendi e i lauti guadagni marciano sulla pelle della gente comune che si ritrova nell’impossibilità di avere una vita dignitosa. Praticamente si passa sopra la carta dei Diritti Umani.

    Eppure il popolo spesso presta piu’ attenzione al campionato di calcio, alle veline, a dare ragione a Borghezio o a qualsiasi altro buffone che apre la bocca solo per farne uscire.. beh avete capito.

    Vi linko un video:

    http://youtube.com/watch?v=E4tJrQuJ1mU

    Il sistema cade a pezzi, portando l’italia e gli italiani con sé. Ma perché tanti ancora non se ne rendono conto? e se se ne rendono conto, perché continuano a sopportare? o peggio, perché emulano il modo di fare che ci ha portati a tutto questo? sperano forse che a loro andrà bene? Io immagino un giorno, un giorno che non verrà mai, in cui tutti gli italiani si alzino dalle sedie e dicano basta. Ma non bisogna dire basta e poi tornare a sedersi, e bisogna essere uniti, bisogna occuparsi uno dell’altro. Le aziende non si muovono senza operai e gli operai siamo noi, i perversi ingranaggi di questa macchina possono essere fermati, ma solo se tutti insieme smettiamo di farla funzionare. Ed é proprio su questo che fondano la loro spavalderia, sanno che gli italiani non si metteranno mai d’accordo, e continuano a ingozzarci delle loro schifezze, con tv giornali gossip politica e noi buttiamo giu’, l’importante non é avere un lavoro ben pagato, l’importante é abbonarsi a Vodafone..l’importante é difendere con i denti la propria squadra e non il diritto ad una vita migliore.. o meglio.. ad una vita, perché sopravvivere non é certo vivere..

    basta la faccio lunga come sempre,

    é che questi argomenti mi toccano nel profondo nonostante o forse proprio a causa del fatto che io non vivo in Italia, perché mi strazia pensare al mio paese in queste condizioni.

    Scaricate questo, é gratuito in PDF.

    che siate o non siate d’accordo con il personaggio, non importa, leggetelo.

    http://grillorama.beppegrillo.it/schiavimoderni/

    fa male..

    http://youtube.com/watch?v=YD5va_R3kAI

    Povera Patria.

  2. Al tuo post non rispondo neanche tanto ormai tra amici e parenti è diventato l’unico tema di cui si parla… 🙁

    Senti un po’, sabato pome a castelverde di lunghezza? ma è una scuola?

  3. Che tristezza… questa storia e` solo una delle tante.

    Non ho altre parole se non che tristezza…

    Il cattivo sistema che c’e` in Italia mi ha spinto a spostarmi fuori per continuare i miei studi. SOno fortunata perche` ho avuto chi ha fatto sacrifici per sostenermi in questa scelta. Sono fortunata perche` ho trovato in Austria un’accoglienza stupenda, mi pagano il giusto e magari riusciro` a continuare questo lavoro… ma l’Italia mi resta nel cuore, con amarezza so che sara` molto difficile tornare.

    Il sistema sta invecchiando attaccato alla sua poltrona… e la gente fuori ha sempre meno.

    Cosa possiamo fare noi?

  4. ok la situazione è nera.

    ma giusto oggi a pranzo ne parlavo con i miei.

    i grandi industriali si lamentano che non riescono a mantenere gli operai, ma la domanda che gli rivolgerei io è: scusate signori montezemolo, trochetti provera, della valle, barilla, berloni ecc… e come fate a mantenere le ville, gli yatch, le macchine di extralusso, i rolex, i cavalli ecc…???????? e soprattutto perchè continuate a lamentarvi??????

  5. Resistere, resistere, resistere.

    A tutto. In attesa di una defenestrazione di eclatante educatività.

    Sperando che il sistema non crolli tutto insieme.

  6. X Flame: Tu sei purtroppo uno degli esempi di un altro fatto drammatico. Emorragia di menti.

    X Naeel: Esattamente… Ricordo un pezzo delle Iene, di qualche giorno fa. Consiglieri regionali che sfioravano i 10.000 euro al mese, mentre gli “operai” della Regione 500. Una bella differenza.

    X Mech: Più che resistere aprire gli occhi. Smettere di far girare powerpoint sul Berlusca, smettere di leggere bazellette su Prodi. Smettere di ascoltare Mastella, Di Pietro. Smettere di sborsare i nostri (pochi) soldi per loro. Neppure quelli della benzina per andare a votare.

  7. Non voto

    Perche` senza scelta non ho un cazzo da votare e non venitemi a dire che bisogna provare.

    Puzza di stantio…

    Siamo tutti consapevoli della

    situazione grave che c’e`.

    Purtroppo ci si abitua a tutto, anche a pagare l’ici su una casa in cui vivi, un bollo sull’auto che hai pagato e strapagato e cosi`via…

    La forza unita che cerchiamo e` difficile da applicare alla realta` perche`siamo molto piu` diffidenti tutti di 50 anni fa quando potevamo lasciare le chiavi di casa nella serratura.

    Ci ignoriamo e sbraniamo tra condomini come potremmo rappresentare una forza.

    Lo sanno, sfruttano la cosa raccontando solo brutte notizie e facendoci rintanare nelle case sempre piu` diffidenti e sempre piu`gabbie.

    Lo sanno, e negli spot televisivi usano il termine ” Difenditi..o Proteggiti ” ovunque..tanto per convincerti che la prima cosa da fare e` quella nella vita.

    Il colesterolo ti uccide …L’ansia ti uccide….quel virus ti uccide…

    Le banche No?

    Le tasse No?

    Paradossi:

    Apriamo ai cinesi perche` ci danno materia prima a basso costo ma alta mortalita`( I cinesi ci copiano e danneggiano il nostro mercato, si fottono i quartieri che gli vendiamo senza un minimo di amore per la citta`,schiavizzano il proprio popolo )

    Apriamo ai rumeni perche` in romania usiamo le loro fabbriche a basso costo energetico una per tutte la Diesel( Noi gli diamo gli incentivi per farli tornare a casa, loro ci fottono carte di credito, tornano in 100 perche` non sono stupidi, creano criminalita`cattivissima xche`ci detestano )

    Apriamo agli slavi da sempre perche`ci sono comunita`enormi in italia e investimenti freschi freschi sul mattone ( Incentivi agli slavi per gli alloggi, luce-gas-acqua-tv a carico di noi poveri coglioni, non vogliono integrarsi, non gliene frega niente di integrarsi, ci detestano )

    Veltroni si fa bello col volontariato NOSTRO ma l’aiuto agli anziani e ai poveri lo si da`anche non aumentando il pane, il latte, l’alloggio, o escludendo dal sussidio molti medicinali.

    Potrei andare avanti per ore…

    Soffro del fatto che non ci sia integrazione credetemi perche` la fusione di culture e` una cosa bellissima.Ma siamo il paese europeo piu`ricattabile per gli scambi assurdi che abbiamo.

  8. A proposito..oggi mangiavo un’arancia ..( proveniente dalla spagna ) ieri da Fabio carciofi ( della turchia )..pomodorini ( dalla cina ) .

    Se mi prende un colpo a chi faccio causa?

    Ma sii..mi butto sul biologico che costa 3 volte tanto…si pago 3 volte tanto perche` e` sano,…ma non dovrebbe essere tutto sano il cibo che mi vendono?…

    Oppure mi faccio venire una bella allergia da pesce mangiando un uovo si…farine di pesce alle galline per produrre gusci belli belli…almeno mi ammalo in modo originale.

    Viva il male in Italy…ops…made!

  9. Ieri sera ho guardato un pezzo di Porta a Porta. Non so nemmeno io il perchè, in realtà stavo facendo uno sketch veloce – e parcchio brutto – per tenere la mano allenata.

    Beh, ti giuro che non rsono riuscito ad ascoltarli!

    Ho dovuto mollare baracche e burattini per l’incazzatura. Ma ti pare che una persona intellettualmente (e non solo ) onesta possa sentire uno come Tremonti, che a qualsiasi domanda risponde:” eh, ma bisogna cambiare la legge elettorale, perchè si vede che questo governo è già morto”.

    Io sono disgustato dalla mancanza di responsabilità politica e sociale che c’è tra questi papaveri. Hanno totalmente dimenticato che dovrebbero SERVIRE il popolo Italiano, invece di vessarlo. La politica è diventata uno stato nello stato.

    Sono assolutamente incazzato perchè il precedente governo non ha impedito al caro euro di divorarsi l’Italia. Sono incazzato perchè hanno reso l’Italia il tempio della precarietà. Sono incazzato perchè – scorretti – hanno fatto una legge elettorale per impedire ad un possibile governo avversario di avere una maggioranza solida. Una legge che loro stessi disprezzano e rinnegano attualmente.

    E poi?

    E poi sono incazzato con il governo di sinistra, schiavo di alleanze deboli, che non può fare niente se non tentare di sopravvvere e non perdere le seggiole. Ah, no, una cosa sono riusciti a farla. L’indulto, su cui erano tutti d’accordo solo in parlamento.

    Sembra che in Italia, se non vuoi fare la fame, devi fare il mafioso…

    SIGH!!

    Vabbè chiudo lo sfogo, chè così sembro un BeppeGrilliano.

    Dove farai la presentazione a Lucca?

    Io ho prenotato l’albergo stamattina, quindi direi che finalmente ci vedremo, così possiamo anche parlare un po’ del sito.

    Che ne dici?

    Saludos

    Fab

  10. In grandi linee e`un guazzabuglio di bugie su previdenza, lavoro e competitività per l’equità e la crescita sostenibili.

    Le solite chiacchiere senza svolta

  11. mi confesso:

    stasera mi sono sentita un mostro!

    dovete sapere che mio padre fa politica attivamente da quando era giovanissimo ed è stato anche sindacalista.

    è sempre stato un uomo idealista e si è staccato dal sindacato quando ha visto il clientelismo farla da padrone.

    oggi all’età di 67 anni è diventato assessore, come rappresentante di un piccolo partito nel comune dove abito, potete immaginare come d’un tratto siano resuscitate amicizie e parentele ormai dimenticate. l’altro giorno il proprietario di un’azienda gli ha fatto capire che se avesse accettato detrminate condizioni lui avrebbe potuto ricambiare il favore. (si trattava di fondi comunali)

    e mio padre che ha una figlia disoccupata e l’altra a progetto, gli ha detto: guardi io sto con un partito che fa della legalità il punto di forza quindi non c’è trippa per gatti.

    beh io stasera gli ho detto che è un povero illuso e che il tempo delle ideologie è finito. e che per una volta potrebbe sporcarsi le mani e fare qualcosa anche per sè.

  12. Non devi preoccuparti di questo perche`proviene dagli estremi a cui ci confinano.

    Sei una persona onesta e speciale come tuo padre, e quelle dette da lui hanno riflessi d’oro.

    ……

    Se ti imbuca da qualche parte…chiamami !

    Ah ah ah ah ah

  13. sto diventando una conchiglia: il puro dentro al sicuro e il marcio fuori si può attaccare quanto vuole, ma a quanto pare ho il mio psce pulitore che mi gira intorno per lasciare anche il guscio intatto.

    però cazzarola, in 35 anni di lavoro all’ospedale mio padre ha aiutato casi umani di ogni sesso ed età e ora che ha due casi umani sotto il tetto sta fermo perchè “la gente potrebbe pensare male” mi viene da dirgli “pensassero male, ma almeno io potrò pagare le rate della macchina”

  14. No ragazzi, votare si deve: se non non ci fanno fare più manco quello e diventa oligarchia, ovvero mi ti inculo quando voglio e manco faccio finta di chiederti scusa (cioè quello che capita adesso). Votate! Fosse anche il partito dei pensionati ma votate.

  15. Ci siamo titrovati a fare come dice Grillo nei suoi spettacoli:scegliere tra una merdina tiepida ed una leggermente meno tiepida….

    Se una situazione come la nostra si verificasse in altri stati,dopo qualche giorno il governo verrebbe mandato a casa a calci nel culo.

    Mia nonna paterna prende 400 euro di pensione,mentre mia nonna materna ne prende la bellezza di 300.

    I pensionati (e non solo quelli),in molt regioni d’Italia,la nostra bella Italia,vanno a mangiare nelle mense della Caritas,perchè i soldi non bastano nemmeno per arrivare a metà mese.

    Noi,popolo italiano,amiamo prenderlo in quel posto,sia da destra che da sinistra.

    E senza unguenti che elimino l’attrito,ed è sempre più doloroso.

    Qual’è allora la cura per guarire da tutto ciò?

    Uhm…dubito che ci sia,e se c’è,la tengono segreta.

    I Timoria in un loro brano dicevano “Qui c’è la cura giusta,per non guarire mai”

    Scusate,mi son lasciato prendere la mano,pardon.

Lascia un Commento sull'articolo: