Un post lungo per Una notte particolare…

Ieri sera ho vissuto ore indimenticabili e profonde, emozionanti in tutti e due i sensi, positivo e negativo… Per negativo si intende " panico "
Potevo aggiungere questo  post a quello lasciato sul blog del caffe`in cui ho raccontato qualcosa di me, poi ho preferito dividere le cose.
Non voglio certo pubblicizzare scuole o locali di Roma qui ma raccontarvi una notte che necessita un`introduzione fatta di Nomi e Luoghi…

La Scuola Romana Dei Fumetti ( SRF ) come qualcuno sa gia`si occupa non solo di fumetto in senso stretto ma anche delle arti visive in generale tra cui disegno dal vivo, cartoni animati, illustrazioni, esposizioni pop art…e dopo la presentazione di Estasia di illustrazioni editoriali e scenografia.
Mio fratello Carlo insegna ed e` socio della scuola che proprio in questi giorni si sta occupando dell’esposizione di lavori fatti dagli studenti in un locale ( ex centro sociale ) di Roma dove oltre alle arti visive si fa` musica e cinema.
Sono andato con mio fratello Fabio, la mia ragazza e una coppia di amici appassionati di fumetti a vedere lo spazio dedicato ad Estasia. ( alcune tavole tra le altre della SRF ) al piano di sopra e ad ammirare l’abilita` di autori Italiani.
Per essere onesti avevo chiesto di non esporre questa volta per non invadere il campo specifico di un`arte simile ma non uguale e anche perche` il materiale che la scuola ha tenuto erano fotocopie..
Inutile!
Oltre al tanto fumo ( di tutti i tipi ) tanta gente…tra personaggi famosi e meno famosi del fumetto italiano la serata prevedeva la Body Painting e cioe` la pittura corporale ed improvvisata del corpo di tre modelle della SRF di Roma con l’utilizzo di specifici colori.
Uno dei pittori era mio fratello Carlo (..umpf la solita fortuna..)
Il tutto mentre tutti  facevano  foto a tutto e una telecamera riprendeva l’evento proiettandolo su un mega schermo!
Il tempo scorreva….e gli artisti si passavano i colori..li provavano sul proprio braccio…si sporcavano…esaminavano e sfioravano le modelle…serie…abituate ad esporre la propria nudita`,…a prestarla all’arte…come asessuate..come vere tele.
Ogni artista aveva un`idea…un bozzetto ma nessuno di loro aveva mai praticato quest’arte…

Quando ormai mezzi fatti di fumo passivo ci aggiravamo per poi stazionare sotto palco affascinati e concentrati,…direi..moolto concentrati sulle "tele " viventi , Massimo Vincenti ( Uno dei fondatori della SRF ) dopo aver chiesto qualcosa a mio fratello che annuiva con un sorriso….si gira tra la gente la musica ed il fumo dicendomi " A MARIE`…Vie` qua, dacce ‘na mano….

BUIO
non sentivo piu`rumori…solo il cuore…

Fumo….

Come un automa ho scavalcato il divisorio sperando che non fosse cio` che temevo…
Che servisse qualcosa di pratico e semplice..

" ASCOLTA prendi questa modella , ha la schiena libera e finisci tu il disegno dai….i colori e tutto il materiale sono li..Grazie "

Guardo CARLO…volevo che smentisse…
Annuiva sorridendo e dicendo mentre preparava un colore…" Improvvisa ".

Tutto scorreva lentamente e Fabio mi guardava impressionato e divertito,..Federica rideva ..la gente non capiva..io meno

" Carlo,..ma stavo andando via..e poi non posso finire il disegno di GIANCARLO CARACUZZO…"
( Un genio, n.d.r )

Ma nulla…dovevo improvvisare, non morire, dipingere e non piangere..e allora ho deciso, ho guardato Federica e Fabio mentre Carlo chiedeva ai nostri amici di aspettare ad andare e sono salito sopra preparandomi a vivere l’evento nel modo piu` sereno e sperando che il fumo aumentasse nel mio sangue mentre la telecamera violava l’ultimo dei miei muri difensivi accostandosi a 2 cm da me ogni volta…
G.CARACUZZO raggiungendomi mi chiese se sarei stato Io a proseguire la schiena della modella e volevo dirgli " Scusami " ma lui mi disse solo…: Il corpo umano non assorbe i colori come una tela…prendi il vasetto e vai…non diluirli, lo farai dopo sopra lei…

Dipingere il corpo umano, decorandolo e valorizzandolo con i colori mentre questo silente ed elegante si presta, ti mette in diretto contatto con il tuo spirito e capisci il senso profondo delle decorazioni tribali che l’uomo primitivo ha creato, Ti rendi conto che  l’arte non ha confini…assapori una sintonia con quella tela nudita`.

Il resto vorrei condividerlo ma non riuscirei a comunicarvi le sensazioni vissute li sopra….il vuoto spiazzante che precedeva quello che poi ho disegnato…( non conoscendo i materiali ho deciso di non terminare il disegno di un altro artista ma di sperimentare qualcosa che mi servira`in fututo in teatro).
Poi intuendo che la modella che dipingevo aveva bisogno di una pausa..ne ho approfittato per sopsendere e ringraziarla…erano ormai le 02:40.
Fabio ha fatto qualche fotografia…

Grazie Massimo, Carlo,Fabio,Fede,Mauro,Giancarlo…e tutti gli altri che mi hanno incoraggiato!

19 Comments

  1. Ti ringrazio per le belle sensazioni che mi hai trasmesso. Sono rari post di questo tipo, dove si percepisce la felicità e la soddisfazione. 🙂

  2. ti sei fatto ispirare da una scenografia teatrale, questo è un buon segnale per dimostrare che l’arte è libertà. la libertà di poter essere imperfetti ma con sentimento, o almeno vale per me.

    un bacione fratellino

  3. Caspita Ma’!!! Un occasione per prenderti in giro come questa non mi capita più. E poi, beh… non so se lo posso dire… c’erano delle donnine in topless. Allora, nulla di sconvolgente, ma io volevo VEDERE la faccia di Federica!! (n.d.r. ragazza di Mario).

    Tornando seri, complimenti mi sarebbe davvero piaciuto partecipare, deve essere stato un evento bellissimo.

  4. FRA * Federica aveva uno sguardo rassicurante e mi ha detto di stare tranquillo e di prendermi il tempo che volevo!….ovvio che poi ci abbiamo scherzato molto su! ^.^

    E Fabio foto…e foto….e foto….

    Sorellina * Completi le frasi che penso…

  5. Ah Sorellina, e` vero ho pensato al teatro ma nello specifico al fatto che utilizzeremo la body paint per qualche costume.

    Ho provato un effetto sull’area scapolare della modella che Fabio mi ha confermato funzionare a distanza giusta…

  6. Quoto Fra… sarebbe un’occasione d’oro per prenderti in giro, ma hai trasmesso così tanta emozione e poesia raccontandoci di questa serata che non è possibile rispondere scherzando.

    Come sempre, quando si parla di arte vera, è meglio non rovinare con parole le sensazioni.

  7. Gran bella esperienza Mario! grazie per averla condivisa (come per il post sul blog del caffé che ho letto con molto piacere 🙂 Certo che dev’essere una scuola fantastica quella di Roma, da noi alla sede di Milano ce li sognavamo eventi cosi’ 😀

    A presto! Continua a sognare e a far sognare 🙂

  8. x fra: come la vedi dharma in body painting, mica male no?

    anzi sarebbe perfetto per bolak il b.p. la vedo come unica soluzione possibile, però non mi intendo molto dei costumi da musical, il mio è un teatro povero. anzi ho fatto male a rivolgere questa frase a fra che tanto distruggerà ogni cosa dirò, spero che la legga anche FABIO o almeno MARIO…

  9. oh cielo! faus, ma cosa dici????????

    sarà anche un bel guaglione il mio fratellino, ma è fidanzatissimo e soprattutto di rientamento etero. ahahhaahah

    insomma è una persona seria (o almeno recita bene la parte) ahahahh

Lascia un Commento sull'articolo: