Ricordi di Barcellona

Cerco di postare qualcosa, anche se con la connessione via cellulare la vedo difficile. Purtroppo Mamma Telecom ha deciso che la centralina della mia abitazione è attualmente isolata per ADSL, senza fare alcun pronostico ottimistico. Non solo, senza Mamma Telecom, le varie Tiscali, Tele2, Fastweb &Co vanno a farsi friggere.

Aggiungo una comunicazione di servizio: leggetevi questo simpatico POST di Luca Azzolini, sul forum di FM. Luca, fra l’altro, sarà dei nostri nella tappa di fine Settembre a Soncino.

Eccomi  quindi di ritorno a Roma, con qualche fotina dei 4 giorni no-stop a Barcellona con Fabio, AnnaGrazia e Daniela. Devo dire che l’ultima volta che ero stato in questa città, per il capodanno del 2000, l’avevo visitata molto male. Questa volta invece ho riscoperto una Barcellona che non conoscevo, una città che sa donare angoli di arte sublime grazie alle opere di Gaudì, atmosfere catalane lungo la Rambla, sempre affollate di turisti, venditori, pittori e artisti di strada. Una città moderna e allo stesso tempo antica, che sa donare momenti magici nei vicoli del Barrio Gotico.  Che dire, veramente stupenda, forse sono riuscito ad apprezzarla ancora più di Madrid.

Per non parlare della vita notturna, ovunque tu ti trovi, Barcellona è piena di locali, club, disco per ogni gusto. La Spagna resta una delle mie mete preferite in Europa, ancor più della tanto decantata Londra o della sofisticata Parigi. Per carità, sono città bellissime, ma in Spagna riesco a sentirmi meno straniero…  aarà l’aria più simile alla nostra, il profumo del nostro stesso malre, la gente meno snob. In passato sono stato anche a Cordoba e Siviglia, altri due gioielli di questo bellissimo paese. Beh, non posso che cosigliarvi vivamente di passare un week end a Barcellona!

Ma non finisce qui. Voglio condividere con voi due momenti speciali che hanno rimarranno impressi nella mia memoria. Il primo video è stato ripreso durante il gioco di luci, musica e acqua della fontana sotto il Parco di Montjuic. Forse non renderà abbastanza, ma vi posso assicurare che è uno spettacolo mozzafiato… mi ha entusiasmato a tal punto da andarci per ben 2 serate di fila e da ispirarmi un pezzo di un capitolo di Profiel. Meraviglioso, arte moderna allo stato puro che fa venire i brividi, credetemi. Il secondo video invece è più intimistico, un medley di due attimi che sono riuscito a catturare. Un suonatore di strada, dietro la cattedrale del Barrio Gotico. Non ho la più pallida idea del nome dello strumento, ma è stato emozionante. Infine uno squarcio delle Rambla, con tre danzatori di tango. Lo sapete, adoro il tango, tanto da infilarlo anche lui dentro Profiel. Oramai l’avrete capito, c’è di tutto in questo libro… ma che posso farci, traggo ispirazione dalle cose che mi circondano, che sono capaci di farmi venire i brividi. Questa per me è l’arte: il saper trasmettere un’emozione intima, dritta al cuore.

24 Comments

  1. Adoro anche io gli spettacoli di luci ed acqua.. stupendi!!!!!!!!

    Bentornato!!

    Io credo che sia giusto mettere nei nostri scritti, i momenti che ci hanno dato gioa o qualsiasi altra emozione che vogliamo condividere, rende le parole più vere, più vicine e ovviamente più emozionanti….

  2. Amor, amor è palpito del l’universo, del l’universo intero, misterioso, misterioso altero, croce, croce e delizia, croce e delizia, delizia al cor

    ….

    😉

  3. i giochi d’acqua sono davvero incantevoli, ma la cosa che mi ha emozionato di più è stato quel meraviglioso musicista e la sua melodia. mi hanno davvero strappato una lacrima.

  4. Non è un gusli quello?…in teoria è uno strumento slavo…poi non so, potrei anche sbagliarmi.

    Comunque bentornato Francesco!

  5. Hihi… bentornato!!! Prima o poi dovrò andarci anch’io in Spagna visto che qui ci vanno tutti… Se non altro per godermi anch’io lo spettacolo della fontana…

  6. Ricordo queste sensazioni…quei luoghi …Il tango…gli artisti…

    Che sospirone mi fate venire…

    Proprio quest’anno poi..

  7. X And: non puoi davvero perderla 🙂

    X Mare: dai, le tue ferie si avvicinano!

    X Rescador: in realtà l’artista lo vendeva, ma era l’ultimo giorno… ehm… avevo finito tutti i soldi (fra l’altro voleva 15 euro, insomma, poteva anche abbassarlo un po’ non essendo un CD siglato SIAE/casa discografica no?)

  8. carino il secondo video,ma la fontana non la batte nessuno!!un giorno ci devo andà pure io!

    per quanto riguarda Praga saprò dirti al ritorno…in molti comunque,me ne hanno parlato bene!

  9. nimro; goditi praga è stupenda, soprattutto il vicolo degli alchimisti e ponte carlo… ahhhhh ora i sospiri li faccio io!

    poi ovviamente il castello, la birreria u-frecku (vabè non ricordo come si scrive sono passati 16 anni azzzz) beh insomma divertitiiiii

  10. ops! sorry 😉

    non nimro ma kiachan!

    vabè fate ‘na cosa: andateci tutti a praga che non fa mai male e costa pochissimo!

    che dite mi sono ripresa con questo colpo di reni?

  11. Bentornato. 🙂

    Ora, per non vanificare lo stupendo tuffo carpiato con triplo avvitamento eseguito da Naeel, direi che potremmo andare tutti a Praga. 😀

Lascia un Commento sull'articolo: