Evoluzione

Segnalo subito la recensione dell’Aurora delle Streghe  sul sito EvidenzaLibri.

 

Venendo all’oggetto del post: Evoluzione. Non quella darwiniana, neppure quella di Ellen in Nemesis. Ci riflettevo oggi, durante i miei consueti 20 chilometri di moto per arrivare a lavoro, a valle della nona puntata di Dexter di ieri sera, quinta serie.

Ora, mi pare che vi abbia già accennato che adoro questa serie. Perché Dexter è un personaggio straordinario, che gli autori hanno creato donandogli un’introspezione unica. Bene, non è l’unico direte voi. Pensiamo al Dottor House, è sicuramente un protagonista che non passa osservato, ma c’è una differenza sostanziale. Dottor House, di serie in serie, è piatto. Una volta capito il suo carattere, è alquanto prevedibile. Insomma, incasellato per quanto divertente nella sua acida insofferenza e battute al vetriolo.

Dexter non è così. Nato nel sangue, cresciuto con il desiderio di uccidere, sociopatico, incapace di instaurare delle relazioni con le persone, con un rapporto conflittuale verso il padre e le donne. Questo lo sappiamo dalla prima serie, e naturalmente lo ritroviamo anche in seguito, per un ovvio motivo di coerenza. Finisce qua? Manco per sogno. In ogni puntata gli sceneggiatori ci svelano un pezzo in più di Dexter. Come in un puzzle, il suo carattere complesso assume tridimensionalità. Motivo? Esperienze, evoluzioni, nuovi drammi da superare che mettono in gioco il protagonista, lasciandoci scoprire lati del suo modo di essere che non conoscevamo. E che non conosceva neppure lui.

 

Evoluzione, esatto. Perché l’autore non deve darci il ben servito dopo poche battute e sentirsi a posto con la coscienza. Il protagonista cresce, mostra se stesso in delle particolari situazioni, rivela sfaccettature che non conoscevamo. E, come dicevo sopra, spesso si trova ad affrontare situazioni estreme reagendo in un modo che neppure lui avrebbe previsto. Finzione della realtà, così si chiama.

Evoluzione anche nei libri, quindi. Specialmente quando si decide di scrivere un seguito. Nuova trama, nuova storia. Stessi personaggi con i medesimi caratteri, ma qualcosa è irrimediabilmente cambiato o sta per cambiare.

One Comment

  1. Spero ti sia piaciuta la recensione (coff coff), non è stato semplice scriverla, per niente. Ma proprio per niente. XD

    Non sono molto bravo a scrivere recensioni. (e si vede XD)

    X-Bye

Lascia un Commento sull'articolo: