Giovani scrittori emergenti

Leggevo un articolo su Panorama: Giovani Scrittori Emergenti.

Interessante, perché pone l’accento sul tema: la letteratura per giovani scritta da giovani (più o meno) è solo quella di Moccia?

Ovviamente no. E non abbiamo scoperto l’acqua calda. Innanzi tutto, dei tre autori che ci presenta, solo uno è giovane. 25 anni, appunto. Gli altri non direi proprio. A meno che per scrivere un libro non sia necessario esordire a 60 anni.

Per il resto, il mercato editoriale a tema adolescenti non impone solo storie alla Moccia. Premetto che non ho letto alcun suo libro, ma ho visto mezz’ora di un film da lui diretto e mi è bastato.

Ma, continuo a ripetere, non ci vedo nulla di male. Esiste una bella fetta di pseudo lettori che sono totalmente allergici al libro e sono disposti solo a intrattenersi con romanzi leggeri e semplici. Esistono invece quelli che desiderano trovare emozioni profonde in un libro, magari anche riferimenti alla letteratura classica. E poi ci sono quelli che desiderano solo un buon libro, punto. Senza troppe complicazioni.

Nell’articolo si cita Giordano. L’ho letto, e credo che sia un buon libro. Ma siamo sinceri, se non fosse stato pubblicato dalla Mondadori nessuno si sarebbe accorto di Giordano. Tantomeno il Premio Strega.

Per il discorso età degli scrittori, ribadisco il solito concetto. Una volta sentii dire da un editor che un libro per adolescenti funziona di più se è stato scritto da un coetaneo che parla la lingua dei giovani. Una boiata tremenda. Una bestemmia. Basta vedere quali libri hanno segnato la letteratura mondiale per adolescenti. Nessuno scrittore teen ager. Anche ultimamente, anche se pensiamo ai commerciabilissimi libri della Meyer e Rowling, non mi pare che siano proprio ragazzine. Eccezion fatta per Paolini. Ma l’eccezione c’è sempre.

In Italia, almeno lato fantasy, il baby boom è stata una bolla di sapone.

Insomma, la letteratura italiana mainstream o di genere continua a essere in fermento. Restiamo con le orecchie alzate.

13 Comments

  1. Da come è scritto l’articolo, sembra che Moccia abbia passato un inferno per meritarsi il successo. Diciamo pure che tutto il tono dell’articolo non mi è piaciuto.

    “Per il discorso età degli scrittori, ribadisco il solito concetto. Una volta sentii dire da un editor che un libro per adolescenti funziona di più se è stato scritto da un coetaneo che parla la lingua dei giovani. Una boiata tremenda. Una bestemmia” Non posso che concordare con te. Per il resto, occorre restare a vedere cosa salterà fuori.

  2. se si vuole trarre qualcosa da un libro, foss’anche qualche ora di puro piacere intellettuale, bisognerebbe stare lontani dal linguaggio dei giovani, come i fuoco dall’acqua.

  3. Pingback: Giovani scrittori emergenti | Il Sito Ufficiale di Francesco Falconi

  4. E poi Francesco diceva che ero quello pessimista 😉 comunque penso di comprendere ciò che dici

  5. caro Ohdrein,
    l’unico ambito espressivo in cui davvero dovremmo instaurare la dittatura è quello che riguarda l’uso del nostro meraviglioso idioma. 😉

  6. dittatura è una parola che mi è poco congeniale (sarà perchè ormai la si respira ogni giorno in Italia? o almeno ci stanno provando ripetutamente ad attuarla), però occorrerebbe maggior rigore. Perchè la libertà è come la genialità: se non incanalata nel verso giusto è dannosa come un fiume in piena. E’ solo caos.
    Occorre più consapevolezza e tornare a insegnare veramente, non l’infarinatura superficiale che c’è adesso.
    Il nostro idioma è stupendo, ma ultimamente sono affascinato dall’oltralpe: ah, la révolution français! 😉

  7. Definire un 32enne un enfant prodige ce ne vuole eh! Magari il libro è bello, però una definizione del genere è ridicola. Si deve tornare al contenuto del libro, alla forma e alla scrittura lasciando stare l’età dello scrittore e la sua biografia. Ma non sarà così, non presto almeno

  8. OHDREIN !!!!! ma che mi combini??
    la révolution francaise (vabè la cediglia non la so mettere)
    la rivoluzione è femmina.
    ok ok, femminile! ufff 😉

  9. pardonne moi 😛
    per la cediglia basta premere shift+il tasto dove c’è la chiocciola per le mail: lì c’è anche ç 🙂

  10. ciao io sono un giovane scrittore che sta per autopubblicare il proprio fantasy in ebook . Passeresti dal mio blog? se vuoi sulla pg fb ci sono stralci del mio romanzo

Lascia un Commento sull'articolo: