Archives
All Posts Tagged
Tag: ‘guerra’

Considerazioni

Sono stato in America. Ho vissuto per una settimana a New York. Rimasi sorpreso, mi immaginavo che NY fosse la culla della modernità, il futuro. E invece la trovai al di sotto delle europee Londra e Parigi. Ma mi piacque. L’atmosfera, le persone, l’aria che si respirava. L’America in fondo mi piace, e vorrei tornarci […]

Leggi Tutto!

Odyssey Dawn

Odissea all’alba. Così l’hanno chiamata. Perché, ogni volta che scoppia una guerra e muoiono migliaia di innocenti, c’è sempre un nome fantasioso ad accompagnare il dramma. Un dramma che si ripete, un dramma che miete vittime, un dramma che ignora paesi come la Palestina, ma che si abbatte nella terra dell’oro nero, come la Libia. […]

Leggi Tutto!

Recent Instagram Photos:

Grazie al team Nokia :)
La cover di #Gray , il mio prossimo romanzo in uscita il 29 Aprile ;)
#Sole #piazzasangiovanni #ritardatari #odio #comepassareiltempo #noia
Venti secondi. — Non ti bastava più disegnarmi. Non volevi più solo vedermi. Mi volevi toccare di nuovo. Ricostruire il mio corpo con il gesso. — Tu vaneggi. Dorian si toglie la camicia. Immerge la mano nel gesso e poi se la passa sul collo, scende sul petto e sull’addome. Dieci. — Cosa diavolo stai facendo! — grida Basilio, incredulo. Dorian si avvicina. Gli prende una mano, la guida sul suo corpo. Basilio oppone prima resistenza, infine si lascia guidare. — Adesso non hai più bisogno di scolpirmi. Sono qui, Bas. Lui rimane a bocca aperta. È un istante, poi Dorian afferra il colletto della sua camicia, l’apre con violenza. I bottoni schizzano in aria e cadono a terra. Lo spinge. Basilio perde l’equilibrio, cade all’indietro sul letto. Zero. Il tempo è scaduto. Il demone è tornato. (#Gray 29/4/14)
Eppure a Mario Bros ero bravo :/ #helpme
— Il bianco indica la luce della fine dell’esistenza. Rappresenta il game over. L’assenza di punti di riferimento, il disorientamento. È sinonimo di paura, perché sul bianco si proiettano le ombre. Hai mai letto Cecità di Saramago? Enrico accusa il colpo, si ritrae, ma non si dà per vinto. — Nero. Cambiamo i pannelli sul proscenio e mettiamoli tutti neri. — Il nero cosmico. Il Big Bang. La rinascita. Il buio della scienza che oscura la luce della fede religiosa. Il terrore dell’ignoto. La perdita di confini. — Quindi va bene il nero? — Quindi va bene la perfezione. Cioè il grigio.
Da quanto tempo non firmavo un Estasia :)
Ore 17.30 #pizzalibri con Marco di Giuseppe, Simone Lari, Dianora tinti,
Parigi, Cimitero del Père-Lachaise, 1998. Tomba di Oscar Wilde. 16 anni dopo, un cerchio di chiude #Gray
Strani ricordi nascosti in garage :)