Gothica – la copertina

Gothica L'Angelo della Morte
La trovo bellissima. Complimenti all’illustratore Alberto Dal Lago.

Due rapide note: un ringraziamento a Licia Troisi, già autrice Verdenero Noir con “I Dannati di Malva”, per essersi letta il libro in anteprima e aver dato la sua opinione nell’endorsement.

Ovviamente un ringraziamento ad Alberto Ibba, direttore editoriale della Collana Verdenero, che così commenta Gothica sulle pagine di Thriller Magazine:

Il vostro libro più nero
Sta per uscire. “Gothica. L’Angelo della Morte” di Francesco Falconi. Affronta il tema degli Ogm in una chiave dark fantasy che ti afferra per la gola e ti porta negli abissi. Molto nero…

17 Comments

  1. @Ohd: Merito dell’illustratore. Io ho solo scelto il soggetto. C’è stato un buon lavoro di squadra, alcune idee sono venute direttamente da Dal Lago.

    @Tanabrus/Valbe/Francesco: 21 dicembre 2012 :p
    No, il 19 maggio, con anteprima qualche gg prima al Salone di Torino.

  2. Capsico che con un titolo come Gothica debba avere certi toni, però è un po’ troppo inquietante per i miei gusti 😉

  3. La cover, marina? Bah, non troppo. I temi che tratto sono delicati, non solo OGM ma anche clonazione, Monsanto, movimento di Rael, rapporto chiesa-scienza e crisi di fede di un prete (senza alcun riferimento alla pedofilia, preciso).
    Temi che certamente non sono colorati e piacevoli, in effetti.

  4. Dal Lago ha davvero talento. in quelle mani c’è un realismo da brivido.
    riguardo ai “temi che non sono certo colorati e piacevoli” c’è da dire, a onor del vero, che neanche tu pennutello sei colorato e piacevole, insomma, sei il solito uccellaccio del malaugurio.
    ciao tesoro caro! 😉

  5. sì, decisamente.
    vedi, dopo “infasia” (per i non esperti in naeelese, Estasia1 -viene da “infanzia-estasia”) è venuta fuori, in tutta la sua prepotenza, la tua vena adulta e io che ti conosco bene, ma proprio molto molto bene (eh!), so che sei una creatura in cerca di sangue nero tra gli oscuri vicoli del progresso scientifico. cosa sia nascosto in questi vicoli, che poi sono i tortuosi meandri dlla tua testolina da corvo, lo scopriremo solo leggendo.
    quindi, per ora, lascia che i bambini abbiano le loro fiabe fatte di luce e crudeltà patinate.
    😉

  6. Lo comprerò sicuramente:) La copertina è molto bella e sono curiosa di vedere il modo in cui hai trattato certi temi!

Lascia un Commento sull'articolo: