If you pay, we don’t read

Piccola postilla, che volevo scrivere da tempo ma che mi sono sempre dimenticato. Poi, rileggendo l’articolo di Loredana Lipperini, mi è tornata in mente.

Come sapete, e ho scritto più volte su questo blog parlando dell’editoria a pagamento come Albatros e affini. Ergo, non mi interessa ricevere libri pubblicati con il vostro contributo.

Questo vale anche per tutti i libri che mi sono arrivati nel passato, con l’inclusione dei servizi Lulu o Ilmiolibro ecc… che le trovo molto affini. Ok invece per i libri lasciati in pubblica visione sui blog.

Basta con il business sull’editoria. Basta con i giochi sporchi.

Scusate, ma ne ho le palle piene di ‘ste cose e di chi tenta maldestramente di difenderle con frasi indecenti del tipo: è un punto di partenza! Pirandello pubblico così! Me lo ha detto il mio pesce rosso!

Arrivederci.

7 Comments

  1. Seguo anch’io questa linea di pensiero, ma non ho capito una tua frase:
    “non mi interessa ricevere libri pubblicati con il vostro contributo.”
    E’ perchè ti chiedono di leggerli per dare un giudizio o perchè non vuoi contribuire in alcun modo all’editoria a pagamento?

  2. sì, capita molto di frequente che mi arrivino libri per posta o mi siano lasciati durante le fiere, presentazioni ecc…
    Finché sono inediti, nei limiti del tempo che ho, li leggo volentieri, li consiglio agli editori se li ritengo validi.

    Se sono già editi, capita che li possa recensire o dare una mia opinione. non sono un critico né un recensore, sia inteso, ma se mi si chiede un aiuto lo faccio, non ci vedo nulla di male.

    Ora, se il libro è sotto contributo, no.
    Stop alle telefonate e al televoto, grazie.

  3. Che bravi, in questi giorni lo state dicendo tutti assieme e la cosa mi fa saltellare dalla contentezza 😀

  4. non ho capito molto di quello che hai scritto. Illuminami. Hai detto che tu non vuoi leggere libri che siano stati pubblicati a pagamento? Tipo appunto quelli di Albatros che chiedono 3.000 € per la pubblicazione? Ho capito bene?Prprio la settimana prossima, al corso di scrittura creativa che sto facendo, parleremo dell'editoria e di tutto ciò che la circonda. Ne salteranno fuori delle belle.

  5. Pingback: Qualche precisazione | Il Sito Ufficiale di Francesco Falconi

Lascia un Commento sull'articolo: