Fantasy Horror Award

Settimana piuttosto impegnativa, che non mi ha lasciato neppure un minuto per scrivere sul blog. Comunque, volevo avvertirvi che sono stato invitato al Fantasy Horror Award di Orvieto, il prossimo sabato 20 marzo. Andate sul sito e leggete tutte le iniziative, come potete vedere sembra un evento molto interessante. Vi darà tutti i dettagli prossimamente, per adesso è certo che farò due interventi: uno alla mattina, rivolto prevalentemente ai ragazzi, dove presenterò ancora Estasia e Prodigium.

Nel pomeriggio appuntamento per giovani adulti e adulti attempati, con “Prodigium – L’Acropoli delle Ombre” (ormai di imminente uscita, vedete nella home page la cover ufficiale di Dal Lago), Gothica – L’Angelo della Morte (ho visto ieri la cover definitiva, è bellissima) ma anche di un nuovo libro che uscirà a fine giugno. Su quest’ultimo totale silenzio stampa :), almeno fino a Orvieto.

A presto!

4 Comments

  1. sai francesco, io ci volevo andare a orvieto…
    ho mandato un racconto al concorso fantastique (per farvi capire e’ il mio primo racconto che invio a un concorso), e quando l’altro ieri e’ arrivata la comunicazione via mail che ero nei finalisti ho fatto i salti di gioia… il tutto e’ durato solo quella giornata, infatti invece che a 10 persone, le hanno mandate a 150, ci sono rimasto un po’ di m…a, ma almeno per un giorno mi sono sentito scrittore^^, mi sto chiedendo ancora se hanno fatto una selezione di qualcosa oppure l’hanno mandata a tutti…
    cmq a parte questa cosa non carina, l’evento e’ molto bello e curato e pensavo di andare lo stesso ma solo per il sabato e la domenica
    (scusate se ho un pò di amaro in bocca non e’ per far polemica, ma mi sono sentito sedotto e abbandonato)

  2. Ciao Venzo,
    perdonami ma non so assolutamente nulla di questo concorso né come sia stato organizzato.
    Cmq non demordere e prova ancora!

    Ci vediamo sabato alla mia presentazione, allora!

  3. Pingback: Notizie dai blog su Fantasy Horror Award 2009: programma e film in concorso

Lascia un Commento sull'articolo: