Mantova comics, parte 1 – la sfiga

Ieri sono ritornato stanco morto dal Mantova Comics.
E’ stata una bel viaggetto, non privo di qualche momento di consueta sfiga. Da Roma a Mantova sono circa 4 ore e mezzo di macchina, ma eravamo in tre (con Elio e Fabio) e ho preferito l’auto al treno.
Nel pezzo peggiore dell’autostrada, tra Firenze e Bologna, sento un rumore strano e la macchina che inizia a sbandare. Mi fermo sulla corsia d’emergenza, e ovviamente mi accorgo di aver bucato. Pit stop 10 minuti, elio mi aiuta a cambiare la ruota a tempo record, ma la Stilo ha solamente il ruotino di scorta, dobbiamo trovare un gommista. Inutile dire che in autostrada nessn distributore è attrezzato, così dopo 70KM a un’andatura di 80KM orari, devio per un paese di nome Carpi. Arrivo dal gommista, che mi consiglia di cambiare entrambe le ruote anteriori, per un problema di convergenza anche l’altra ruota rischia di scoppiare.
Arriva una la responsabile e ci accordiamo sul lavoro da fare, quando lei mi chiede: “Si trova meglio con una Michelin o una Pirelli?”
La guardo storto. “Mi scusi, le posso dire se mi trovo meglio con un’adidas o una nike, ma che ne so delle marche di gomme? Mica le cambio tutti i giorni.”
L’altra sospira, quindi chiama il capo per telefono. “Ciao, senti devo decidere per una Pirelli o Michelin, ma il cliente vende scarpe.”
“Hum… no, non vendo scarpe. Ma mi capita di cambiarle più spesso delle ruote della macchina!”
“Certo… sì… ok. Bene, il capo le consiglia una Pirelli. Preferisce una V o una H? Altrimenti avrei una T, ma non mi convince.”
Inizio a innervosirmi. “Certo, io preferisco la G. Facciamo tutto l’alfabeto?”
“Come scusi?”
“Senta, devo arrivare a Mantova, e domani tornare a Roma. Mi dà una cavolo di ruota?”
Alla fine ce l’ho fatta. Arrivati sani e salvi a Mantova, dove il buon Valberici mi aspettava.
Sfiga vuole che la scheda di memoria della macchinetta fotografica contenente tutte le foto e video non funzioni più. Insomma, niente filmati, solo pochissime foto.
Ahimè! La sfortuna mi perseguita oppure, come credo, è contagiosa. Chi ha buone orecchie per intendere… insomma domani vi parlerò delle due presentazioni, ma anche di qualche interessante conoscenza come Paolo Barbieri, Alberto Dal Lago e Jadel Andreetto.

12 Comments

  1. ahhhhhhhhh…..
    ti ho pensato così tanto in questi ultimi giorni…
    …..
    ….

    ..
    .
    😉
    naturalmente, un bacio

  2. In effetti cominciavo a preoccuparmi…fortunatamente alla fine è andato tutto per il meglio…a parte la macchina fotografica 🙂

  3. Che sfiga @_@

    Almeno hai trovato il gommista aperto, dai… poteva andarti male e lo trovavi chiuso 😉

  4. Naeel: maledetta… colpa tua?
    Valbe: è sì, alla fine ce l'ho fatta 🙁
    Tanabrus: per fortuna era venerdì, quindi non ho trovato difficoltà a trovare gommisti aperti.

  5. Questa è la vendetta per non essere venuto al pranzo ed essere andato al Mantova Comics… tiè! E siamo stati buoni… XD

    X-Bye

  6. Due giorni indimenticabili…
    Per quel che riguarda la sfiga ognuno si prenda le sue responsabilità!!!!

  7. Ma porelli!!! Sfigaccia! Vabbè, l'importante è che poi la presentazione sia andata bene, il resto contribuisce a rendere il tutto indimenticabile!!!

  8. non capisco, io ti dico che ti ho pensato tanto e tu di tutta risposta mi maledici?
    la tua educazione è peggiorata visibilmente francesco!

  9. Ah ah ogni tanto passo dalle tue parti..e non riesco mai a non ridere..Sei un mito!!
    Un caloroso saluto
    Riccardo

  10. Così a occhio scommetterei che il tipo che ti ha fatto cambiare entrambe le gomme lo ha fatto per venderne due anziché una sola.
    Non mi intendo di gomme, diciamo che soffro di una giustificatissima paranoia in campo di gommisti, meccanici e categorie affini.

  11. Donc Bruno, la prima cosa che ho pensato è stata: questa signora mi vuole fregare, con la storia della convergenza sbagliata delle gomme. Poi ho verificato io stesso, anche l'altra gomma era molto consumata e rischiava di fare la stessa fine 😉

Lascia un Commento sull'articolo: