Angolo Librando

Era un po’ di tempo che non lasciavo qualche recensione sui libri letti. Il motivo è tuttavia semplice: ultimamente la mia velocità di lettura si è dimezzata. 2 soli romanzi in 2 mesi, un record in ribasso. Adoro leggere, ma il tempo libero si è ridotto ai minimi storici, e molte volte si riduce a un quarto d’ora prima di dormire.
Comunque, mi sento di consigliarvi vivamente questi due libri:  "L’ombra del vento" di Zafon, genere mainstream, "Nessun dove" di Gaiman, fantasy.
L’opera di Zafon è stata una rivelazione. Un libro bellissimo che mi ha preso subito, mi ha entusiasmato e rapito fino all’ultima pagina. Vi lascio il LINK IBS, dove trovate una piccola sinossi, una critica letteraria e le opinioni di tanti lettori. Non lasciatevelo sfuggire, merita davvero. E’ un inno ai libri, condito in un’atmosfera altalenante tra il presente e il passato. Posto un estratto del libro:
"Bene, in questa storia c’entrano i libri."
"I libri?"
"Libri maledetti, l’uomo che li ha scritti, un misterioso personaggio uscito dalle pagine di un romanzo per poterlo bruciare, un tradimento e un’amicizia perduta. È una storia d’amore di odio e di sogni vissuti nell’ombra del vento."
"Sembra il risvolto di copertina di un romanzetto da quattro soldi, Daniel."
"Non per niente lavoro in una libreria. Ma questa è una storia vera. Vera come il fatto che questo pane è vecchio almeno di tre giorni. E come tutte le storie vere comincia e finisce in un cimitero, anche se molto particolare."
Bea sorrise come un bambino cui si promette un indovinello o un gioco di prestigio.
"Ti ascolto."

Gaiman fa il bis nella mia libreria: dopo Stardust entra con preponderanza nello scaffale con "Nessun dove", un romanzo tratto da una sceneggiatura del bravissimo autore britannico. Un’avventura tra due mondi, la "Londra di sopra", sinonimo della vita complessa e infelice del protagonista, e la "Londra di sotto", un universo di magie, porte, angeli caduti, presenze invisibili. Una storia ben costruita, forse lenta all’inizio, più avvincente e trascinante nel finale. Cosa ho amato di più di questo libro? La freschezza e simpatia di Mr. Croup e Mr. Vandemaar, i cattivi di turno, dipinti in un modo assolutamente originale con tinte ironiche e sorprendenti. Ecco il LINK IBS

Concludo infine con una recensione di Estasia, dalla "penna" di Andrea D’Angelo. L’ho apprezzata perché mi è parsa una critica sincera e spontanea, specie per chi non si diletta nel genere fantasy per ragazzi. Un punto di vista che ovviamente può essere condivisibile o meno, ma che tuttavia l’ho percepito costruttivo e oculato. LINK RECENSIONE

19 Comments

  1. Uè, parli di libri che non sono i tuoi???

    Maccome????

    Come avrai notato, nessuno di noi ha osato commentare: segno che se non ci parli di Estasia non abbiamo argomenti divertenti per darti addosso.

    Che perfidi frequentatori, eh?

  2. Ciao LadyPink, ce ne sono tanti di ottimi fantasy. Continuo a preferire Stroud a Gaiman 😉

    X sGhì: non è vero, non è la prima volta che parlo di libri non miei 🙂 Cerca il tag librando… 🙂

  3. Non esiste. I libri sono pezzi della mia vita, non si toccano. Ho fatto il grande errore (Mario leggi?) di prestare un libro di uno dei miein autori preferiti (stroud) a una persona (Mario leggi?) ed è andato perduto. Ci era affezionatissimo, sia perchè amo quel libro, sia perchè c’erano state delle disavventure legate.

    Tiro fuori gli artigli come Bolak se qualcuno mi tocca i miei libri.

  4. 🙂 visto Fra te l’avevo detto che era un gran bel libro…ehehe non per niente ho letto anche il tuo insomma mi nutro di ottimi libri 😉

    un bacio Memy

  5. Wooooooooooooooow come sei cattivo!!!

    ovvio stessi scherzando!! neanche io presto miei libri, tranne a poche, pochissime persone fidate!! tanto meno li regalo, a meno che non mi siano piaciuti per niente!!

    quindi, Frengho, pls (mi sento la tipa della pubblicità Nestea -Ciro, pls!!-), prendi una camomilla la mattina, giuro che non ti fregherei mai libri!!!

  6. Ciao Memy, i commenti anonimi vanno tutti automaticamente in moderazione, poi li sblocchiamo manualmente. Questo per evitare di dover monitorare costantemente i post da qualche tipo che si è divertito con commenti stupidi (in realtà furono parolacce).

    come vedi quando sei loggata passi subito senza passare dal via 😉

    x Dilh: stavo scherzando anch’io.

  7. Wee mi ero assentato per il progetto musical.

    Donc, Eragon, Saphira.. cosa odono le mie orecchie!!

    L’ira di Du… ehm… Disperio si abbatterà su di voi!!

    X Naeel: grazie, ho già letto il signore dei Tranelli.

  8. E io sicuramente non sono impegnato quanto te ma allo stesso modo ho sempre pochissimo tempo per leggere. Ho chili e chili di carta da sfogliare… uhm.

    Nessundove ce l’ho nella vetrinetta da novembre, e pur avendo avuto tante volte il desiderio di prenderlo e leggerlo, rimane ad ammuffire. Uff.

    Così non va.

    Saluti Fra, ciao!

    M.

  9. Nella vetrinetta ho un libro che si chiama… asp… non mi viene… ah, sì! Estasia! Bella copertina, prima o poi lo leggo.

    Ritornando al mio primo post: lo so che hai parlato già di altri libri, ma guarda bene i commenti.

    Alla fine, il nostro interesse in questo blog è solo legato alla possibilità di insultare l’Autore.

    Pensaci bene: più che moderare gli estranei, non ti converrebbe moderare gli amici???

Lascia un Commento sull'articolo: